0 3 minuti 6 mesi

Buenos Aires si appresta ad accogliere nuovamente i giocatori campioni del mondo e sarà un evento al pari degli ultimi festeggiamenti del bus scoperto della Copa del Mundo dello scorso dicembre quello che andrà in scena questa notte (fuso italiano) al Más Monumental nella Capital. In programma la prima amichevole post Qatar contro Panama, ma soprattutto, l’occasione di vedere da vicino la Scaloneta di nuovo in patria con la Copa del Mundo alzata in cielo con la nuovissima camiseta a tre estrellas indossata.

Uno spettacolo, unico nel suo genere, organizzato con intrattenimenti musicali prima, durante e dopo i 90 minuti. Un’ultima noche inolvidable per il popolo argentino per i fortunati possessori dei tagliandi e non, che preoccupa e non poco la prefettura cittadina e le alte sfere governative. Si teme infatti un’invasione ‘umana’ nelle strade come già avvenuta in occasione delle celebrazioni ufficiali, quando il plantel albiceleste dovette essere evacuato dagli elicotteri dopo le condizioni di sicurezza venute meno.

Nelle strade sarà attivato il piano ‘operativo’ che comprende un ‘esercito’ di 1900 agenti di forze del’ordine, ma se non dovesse bastare, la Fiscalía ha già predisposto l’allerta a sei elicotteri in caso di trasferimento dei giocatori al Monumental. Ipotesi quanto meno suggestiva, ma che testimonia una volta in più la locura total presente ancora nel suolo argentino nonostante gli oltre tre mesi dalla conquista dell’ambito trofeo.

Contro Panama è attesa la stessa formazione della finale contro la Francia, ma l’amichevole contro la squadra centramericana appare quanto mai un pretesto per la grande festa già pronta. Si preannuncia dunque un’altra notte da sogno per Messi e compagni, ma soprattutto, per il popolo argentino, di nuovo pronto a a scendere per le strade per dimostrare il proprio affetto per una nazionale, ormai, entrata nella leggenda.

In Italia la partita sarà trasmessa in esclusiva a partire dalle ore 00:05 da MolaTv. Telecronaca di Enrico Zambruno e Paolo Rossi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Libertadores