0 5 minuti 2 mesi

Arrivano i primi passi falsi delle squadre argentine in Copa Libertadores. Trasferte negative per Rosario Central e San Lorenzo che rimediano le prime sconfitte dell’edizione 2024. L’unica soddisfazione della notte è il Talleres che non molla mai e riesce, nei minuti di recupero di entrambi i tempi, a raddrizzare la gara col Barcelona Sporting Club. In Sudamericana continua il momento magico del Racing che si sbarazza agevolmente del Red Bull Bragantino. Pari del Defensa y Justicia.

Copa Libertadores

Atletico Mineiro (Bra)-Rosario Central 2-1

Cade il Rosario Central a Belo Horizonte. La squadra diretta da Miguel Angel Russo esce sconfitta contro l’Atletico Mineiro per 2-1 ma è polemica per un rigore non concesso ai Canallas sul finire di partita. Il Central si mostra chiuso per chiudere tutte le linee di passaggio ai brasiliani, che faticano e non poco per rendersi pericolosi dalle parti del Fatura Broun, ma riescono a passare ugualmente in vantaggio su assist illuminante di Hulk e conclusione in diagonale di Gustavo Scarpa che fulmina l’estremo difensore in diagonale. Il Canalla non ci sta e nel secondo tempo risulta essere più intraprendente, pareggiando con Malcorra con un gran tiro in area ad incrociare. Veemente sarà la reazione del Galo, che dopo pochi minuti si riporta in vantaggio con Paulinho finalizzando una gran azione corale. Al 94′ poi il finale polemico, con la palese gomitata di Jemerson sul volto di Facundo Mallo e con tutto il Central protesta attorno all’arbitro, inutilmente. Niente revisione VAR, il Mineiro si aggiudica l’intera posta in palio.

Independiente del Valle (Ecu)-San Lorenzo 2-0

Non arrivano buone notizie neanche dal’altura equadoriana di Sangolquí dove il San Lorenzo cade 2-0 per opera di un buon Independiente del Valle. Ciclón subito sotto nel punteggio dopo soli 13′ dopo il fallo di Malcom Braida in area e conseguente rigore trasformato da Sornoza. Ma gli azulgrana non sembrano contrastare adeguatamente gli attacchi della compagine locale, che raddoppia nei minuti di recupero grazie a una buona giocata collettiva, che mette Hoyos in condizioni di appoggiare in rete a porta vuota. Controllo del Var ma il gol è valido. Il San Lorenzo mette i remi in barca già dopo i primi 45′ minuti e non riesce a ragire nella ripresa. Arriva la prima sconfitta stagionale in Libertadores.

SC Barcelona (Ecu)-Talleres 2-2

È il Talleres a salvare la ‘noche copera’ delle argentine in Libertadores con una prestazione coraggiosa e intraprendente nel caliente stadio di Guayaquil. Partita bellissima. Il Barcelona appare in grande forma e mette sotto la compagine cordobese per i primi 45 minuti, andando meritatamente in vantaggio con una palla straordinaria di Damian Diaz che muore sotto l’incrocio dei pali. Nei minuti finali si apprezza la reazione argentina, con il momentaneo pari di Girotti che ristabilisce la parità prima del duplice fischio. La ripresa si apre, nei primi minuti di gioco, con un rigore polemico assegnato ai locali e trasformato dallo stesso Diaz. Ma il Talleres è un osso duro e la volontà di pervenire al pareggio sarà più forte della resa. E saranno di nuovo i minuti di recupero a regalare il gol per il definitivo pari per opera di un cabezazo del difensore Juan Rodriguez, che sigillerà la conquista del prezioso punto in una prestazione da ricordare.

Copa Sudamericana

Racing Club-Bragantino (Bra) 3-0

L’Acadé fa il suo dovere e supera nettamente la minaccia Bragantino. Racing in vantaggio già dal 3′ minuto con un Maxi Salas in stato di grazia, determinante anche per l’assist per Adrian ‘Maravilla’ Martinez, a segno per la sesta volta nelle ultime quattro partite, che raddoppia il bottino contro i brasiliani. L’Academia non si scompone e nella ripresa continua la sua azione propositiva, premiata dal gol di Roger Martinez che di fatto chiude l’incontro. Continua il momento magico del Maravilla e del Racing: i tifosi continuano a a sognare.

Defensa y Justicia-Always Ready (Bol) 1-1

Un Defensa sorprendente deludente non riesce a superare i boliviani dell’Always Ready nel primo appuntamento interno del Tito Tomaghello. Dopo una rete annullata per fuorigioco agli ospiti è l’Uvita Nico Fernandez a portare in vantaggio l’Halcón sul finire del primo tempo e ad illudere il popolo gialloverde. Vantaggio sperperato nella ripresa a causa dell’insistenza di un audace Always, che pareggia meritatamente con Terrazas dopo una sanguinosa ripartenza dal basso da parte di Tripichio. Il Defensa, dopo la vittoria esterna in Perù, si deve accontantare di un solo punto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Libertadores