0 3 minuti 1 mese

Nottata magica per le tre compagini argentine impegnate tra Copa Libertadores e Sudamericana. River, Racing e Belgrano ottengono i tre punti in trasferta e continuano a sognare la fase ad eliminazione diretta.

Copa Libertadores

Libertad Asunción (Par)-River Plate 1-2

Dopo le amarezze del Superclásico il River ritrova il sorriso con la vittoria in terra paraguaya contro il Libertad Asunción. E questa volta con un atteggiamento deciso a prendere le redini dell’incontro fin dall’inizio. Le occasioni di Aliendro ed Herrera prima del gol annullato per fuorigioco di Miguel Ángel Borja fanno venire alla luce il piano di Demichelis: andare al più presto in vantaggio gestendola gara. Piano che si concretizza al 34’ con un gol sottomisura di Pablo Solari. Sembra fatta perché ipotizzano una reazione del Libertad, ma appena sei minuti dopo ecco Matías Espinoza che pareggia i conti su cabezazo su angolo che trafigge Franco Armani. Sembra partita destinata al pari prima del gol di Mastantuono che fa esultare nuovamente tecnico e tifosi accordi al Defendores del Chaco con un diagonale che non lascia scampo al portiere Acosta. Quello del pibe risulterà essere il gol più precoce da parte di un giocatore millonario in Copa Libertadores: predestinato.

Copa Sudamericana

Coquimbo (Cil)-Racing Club 1-2

Punteggio pieno per la Academia assoluta dominatrice nel gruppo H che vince anche in Cile contro Coquimbo. La squadra di Gustavo Cosas vince 2 a 1 passando in vantaggio con Santiago Solari ma poi raggiunta con uno sfortunato retropassaggio di Agustín Basso che il portiere Arias non riesce a controllare. Ci deve pensare allora il bomber Maravilla Martinez a mettere le cose a posto con un rigore trasformato al quinto minuto di recupero del primo tempo, che fisserà definitivamente il risultato per il terzo successo di fila.

Real Tomayapo (Bol)-Belgrano 0-2

Prima vittoria stagionale in Sudamericana per il Belgrano che batte il Real Tomayapo per 2-0 in Bolivia. Superiorità argentina che si concretizza con la rete di Juan Pablo Rioja ma poi il Pirata deve giocare con l’uomo in meno a causa del rosso diretto per Meriano per fallo da ultimo uomo. L’equipo boliviano va allora alla ricerca del gol del pari ma sarà il Belgrano a legittimare il successo all’83’ con un bel calcio di punizione di Marín che si insacca sotto il sette. Grande prova del Belgrano che continua la sua avventura in Copa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Libertadores