0 3 minuti 3 settimane

Torna ad allenare in Argentina dopo la breve parentesi nell’Atlanta Utd Gabriel Heinze, che sceglie il suo Newells per ripartire dal futbol argentino. “Costruiremo qualcosa solo se saremo tutti d’accordo” esordisce el Gringo.

E’ davvero un giorno di festa nel predio del Coloso Bielsa per il ritorno del ‘figliol prodigo’. Nel primo pomeriggio argentino è stato presentato il nuovo allenatore del Newells, el Gringo Heinze, che prenderà le redini della prima squadra dalla prossima temporada 2023. Un nome che ha ridato grande entusiasmo alla piazza dati i suoi trascorsi con la maglia rojinigra. E’ tornato ora in veste di allenatore, tra la grande ilusión del popolo leprosos.

“Provo molti sentimenti oggi” debutta Heinze nella sala stampa del Coloso, “…e la voglia di tornare qui incarna solamente una percentuale di quello che provo per questo club. L’attitudine sarà sempre la stessa di quando giocavo, ovvero, grande passione e impegno, il resto si costruirà giorno per giorno. Daremo tutto ciò che potremo dare. Non credo di dover dire nulla al tifoso perché non mi è mai piaciuto pubblicizzarmi”.

Dopo il ciclo di Sanguinetti e il lungo interinato di Gustavo Tognarelli, Heinze è la prima pietra per il nuovo progetto di rilancio del club. “Ringrazio gli staff precedenti perchè riconosco che è stato compiuto un gran lavoro. La squadra ha avuto tanto coraggio quest’anno. I miei obiettivi? Costruire una squadra credibile. Linea di quattro o tre dietro? La tattica è davvero un aspetto secondario, prima voglio conoscere tutto il plantel”.

Tornerà anche la febbre della Copa Sudamericana, e in una sola parte di Rosario (il Central non si è qualificato Ndr). Ma per il Gringo ciò che conta è il cammino di squadra, giorno per giorno: “Le competizioni internazionali sono molto importanti ma c’è ancora molta strada da fare. Andiamo avanti giorno per giorno e cerchiamo di costruire qualcosa di buono. Ho le idee chiare su cosa cercheremo di proporre, anche a livello di gioco, ma dovremo essere tutti d’accordo”.

E poi il richiamo irrinunciabile del Newells, questa volta determinante nelle sue priorità di scelta. “Non è la prima volta che ricevo un’offerta del Newells. Tempo fa l’avevo rifiutata, ma ora ho soppesato bene l’offerta. Ha determinato la grande voglia di tornare”.

Grande colpo per il Newells che si aggiudica un top allenatore, corteggiato dalle big de la Capital. E poteva essere un bel confronto con Tevez insediato fino a qualche giorno fa sull’altra sponda di Rosario. Se nel Canalla non c’è ancora un progetto di tipo sportivo, al Bielsa si stanno facendo passi importanti per il prossimo futuro. E’ questa la notizia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Libertadores