0 2 minuti 12 mesi

Oltre al gol memorabile contro il Messico del 2014, il compleanno di Messi e di geni dello sport come Riquelme e Fangio, il 24 giugno verrà ricordato per un ulteriore evento che rimarrà nella storia del fútbol argentino: la despedida di Maxi Rodriguez.

Si è celebrato ieri notte, ora italiana, dinanzi a un Coloso Marcelo Bielsa incandescente di entusiasmo la despedida di Maxi Rodriguez dal calcio giocato. Per la bandiera dei colori del Newells e il protagonista della Selección a cavallo degli anni duemila è stata l’occasione di salutare per l’ultima volta i suoi tifosi. Sono infatti accorsi molti ex compagni per la despedida del campione che hanno dato vita alla sfida Newells-Argentina. Naturali ovazioni per il ritorno del ‘figliol prodigo’ Leo Messi, come anche per i protagonisti dell’ultima spedizione mondiale, Scaloni, Paredes e Di Maria. Applausi ed entusiasmo anche per i ‘più attempati’ Ariel Ortega; David Trezeguet, Fernando Gago, Ever BanegaCambiasso, Andrés D’Alessandro, Javier Saviola, Nestor Sensini e Gabriel Batistuta, tra gli altri.

Pubblico in delirio per tutto l’evento, commosso, con il picco di emozioni registrato naturalmente per il ritorno a ‘casa’ della Pulga di Rosario, ma anche per la consegna dal nipote di Diego, Benjamin Agüero della storica casacca leprosas numero 10 di Maradona, oltre che, per il saluto finale di Rodriguez tra i fuochi di artificio. Una festa, che non sarà facilmente dimenticata qui dai tifosi del Newells al Parque Independiencia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Libertadores