0 3 minuti 2 mesi

Ultima fatica per Leo Scaloni che presenzia la settima conferenza pre partita in questo mondiale. Segno buono, segno che l’Argentina domani si giocherà la Finale Mundial.

CULTURA ARGENTINA. “Essere entusiasti fa parte della nostra cultura. Abbiamo i migliori tifosi del mondo e avevamo bisogno di una grande gioia calcistica. Penso che siamo nella strada giusta, manco solo l’ultimo tassello. Siamo consapevoli dell’affetto che arriva dai tifosi nelle reti social. L’emozione nostra più grande è vedere la gente orgogliosa di noi. Siamo dalla stessa parte”.

FRANCIA. “La Francia non è solo Mbappé, ha altri giocatori che lo rendono un giocatore ancor più micidiale” ha dichiarato Lio Scaloni in relazione ad una domanda sul campione del Paris Saint Germain. “E’ uno dei più forti giovani e continuerà a migliorare nel corso degli anni. Da parte nostra abbiamo un piano di gioco chiaro e sappiamo come attaccarli. Cercheremo di non andare ai rigori. La Francia ha tante varianti in tutti i settori, a loro fa comodo che abbiamo la palla, sono letali nelle ripartenze. Il gioco cambierà di minuto in minuto, ma le finali alla fine si devono vincere. La formazione? Ho già deciso la squadra anche se ora abbiamo l’ultimo allenamento. Quelli che gi0ocheranno domani sono quelli che pensiamo siano i migliori per far male ai nostri rivali”

PERCORSO PERSONALE. “Qualche giorno fa ho detto che sono nel posto che ogni argentino vorrebbe essere. Sono orgoglioso ed entusiasta di ciò che abbiamo trascorso. L’importante è il percorso, l’obiettivo che ci siamo prefissati finora è ancora in essere ed è un onore condividerlo con questa rosa. Questa opportunità che mi ha dato il calcio è qualcosa di spettacolare. Quando ti diverti, le cose hanno un sapore migliore”.

EQUIPO. “Lo spogliatoio è al suo apice. Ci tengo a sottolineare che sono arrivati ragazzi che facevano parte della squadra. Nico González, Joaquín Correa, Musso Martínez Quarta volevano essere con noi e siamo orgogliosi che vogliano esserci. Questo è un segno che qualcosa si è formato. Bisogna godersi questa partita e i momenti successivi. Stiamo facendo la storia. Questa Selección appartiene a tutti gli argentini. Domani cercheremodi ripagarli Abbiamo scommesso su un’idea di gioco e fino adesso siamo stati ripagati”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Libertadores