0 10 minuti 3 mesi

Agli archivi anche la nona giornata di Copa de la Liga. E’ solo la seconda settimana di tecnologia Var, ma fanno già fa discutere le controverse decisioni arbitrali. Ecco le emozioni che abbiamo vissuto nell’ultimo fine settimana.

Il nono turno di Copa de la Liga premia essenzialmente l’imbattuto Racing Club che rimane in testa in solitaria nel girone A. Giornata favorevole anche al River Plate e Defensa y Justicia che grazie alle rispettive vittorie tengono il passo. Si rilancia anche l’Estudiante grazie al ritrovato bomber Boselli, di nuovo in campo dopo l’infortunio. Impressiona ora l’Aldosivi, alla sua quarta vittoria consecutiva e in corsa per una qualificazione che avrebbe del clamoroso.

9^ Giornata

ATucuman Gimnasia1-2
Arsenal GodoyC3-3
Sarmiento SanLorenzo2-1
RCentral Colón2-2
Unión Newells1-0
Talleres Defensa YJ1-5
Independiente Tigre1-1
Vélez Boca0-0
Patronato Banfield0-1
Estudiantes Central CBA5-0
Platense Racing0-1
River Argentinos4-2
Huracán Barracas1-2
Lanús Aldosivi1-2

Nel Gruppo A ancora in mini fuga l’Academia, che non molla un centimetro al River. Nel Gruppo B si registra l’ennesimo passo falso del Boca: ne approfitta l’Estudiantes che si riporta in vetta.

River 4-2 Argentinos

Continua la striscia vincente della squadra di Gallardo che vince la sua seconda partita consecutiva dopo i brutti ricordi del Superclásico. Nonostante il risultato possa essere d’inganno ai più, non è stata una prestazione propriamente convincente. La partenza è ottima, considerando i due gol in neanche dieci minuti, ma poi il River cala preoccupatamente i giri motore, facendosi rimontare dall’Argentinos. Difesa in bambola, forse anche ripensando allo schioccante infortunio del sicario Rojas occorso in settimana. Arriverà lo stesso la vittoria, assieme allo spettacolo di sei gol, ma non è tutto oro che luccica. Se el Muñeco vorrà avere un futuro in Copa Libertadores dovrà porre rimedio alla situazione, e anche in fretta. Contro i squadroni brasiliani non si scherza.

“In campo abbiamo visto due squadre che hanno fatto di tutto per vincere” sottilineava Gallardo dopo i novanta minuti. “E’ stata una partita molto intensa, molto vibrante. Abbiamo vinto una gara molto dura grazie alla nostra convinzione e al nostro gioco. Il nostro obiettivo è divertire la gente regalando un gran spettacolo sul campo. E quando troviamo un rivale che fa lo stesso ne giova tutto il calcio argentino. Bisogna rendere spettacolare il futbol argentino, non c’è solo Manchester City e Liverpool”.

Platense 0-1 Racing

Meno Racing del solito. Non smette di vincere il Racing Club che sbanca anche Vicente Lopez al 96’ e mantiene intatta l’imbattibilità dall’intero torneo. Contro il Platense l’equipo di Gago appare più scarico e meno appariscente del solito, probabilmente per i faticosi impegni in Copa Sudamericana. Dopo una prima frazione abbastanza sotto tono, l’Academia si accende nel complemento, con l’ingresso del colombiano Cardona -di ritorno dall’infortunio- che suona la carica e dà nuova linfa all’attacco. E quando sembra che possa arrivare il pari, ecco il rigore al 96′ che sblocca la situazione. Per l’Acadé sarà la quinta vittoria di fila. Fatti, non parole.

“Penso che abbiamo fatto una buona partita in generale. Abbiamo giocato male il primo tempo, ma poi abbiamo siamo riusciti migliorare fino a ribaltare il risultato” ha dichiarato Gago a fine in sala stampa, aggiungendo poi: “Siamo in un buon momento di crescita, con la squadra in lotta in ogni competizione. Vincere aiuta a vincere. Sono soddisfatto del risultato e dell’atteggiamento, ma non di quello che in campo abbiamo mostrato. Dobbiamo migliorare”.

Immagine
La tripletta di Boselli lancia l’attaccante pincha in testa alla classifica marcatori.
Più indietro Julian Alvarez, attardato a ‘sole’ 5 reti.

Independiente 1-1 Tigre

Sembrava fatta. L’Independiente butta alle ortiche probabilmente la miglior partita del 2022. Dopo le recenti delusioni, sembra la volta buona per l’equipo di Eduardo Dominguez, che davanti a un Libertadores de America traboccante di entusiasmo sfodera un gioco finalmente convincente. Il vantaggio di Benegas, alla sua seconda marcatura nel Rojo, ilusiona ulteriormente i diablos che viaggiano sulla cresta dell’onda. Superiori nella prestazione ma sfortunati nel risultato, l’avversario Tigre agguanterà il pari solo al 96′ su calcio di rigore. I significanti miglioramenti però, danno nuova speranza.

“Oggi siamo stati superiori agli avversari. Siamo stati padroni del gioco e delle occasioni, loro non hanno fatto un tiro in porta” ha detto Eduardo Dominguez al termine della gara. “I giocatori sono usciti delusi perchè abbiamo dominato. Dobbiamo imparare a chiudere meglio le partite. Ma questa squadra combatterà. Fino all’ultima giornata disponibile lotteremo per classificarci tra le migliori quattro. Dobbiamo continuare a crescere e credere”.

Sarmiento 2-1 San Lorenzo

Continua la crisi al San Lorenzo. Dopo le feroci contestazioni della tifoseria alla dirigenza cuerva, rea di aver tradito le aspettative ideologiche e sportive dell’identità cuerva (in primis la ‘Vuelta a Boedo’), il San Lorenzo conclude la maledetta settimana perdendo a Junin contro il Sarmiento e mettendo a repentaglio la qualificazione per la fase successiva della Copa de la Liga. Conseguentemente, scricchiola e non poco la panchina di Pedro Troglio, di nuovo al centro del… Ciclone. Sul campo è predominio assoluto del Verde che potrebbe anche dilagare se non ci fosse il ‘solito’ San Torrico a salvare la situazione. Troppo poco per pensare di competere in Primera anche contro squadre medie/piccole, il San Lorenzo è destinato al baratro se non si inizierà, prima di tutto, ad azzerare le cariche dirigenziali, iniziando a programmare il futuro prossimo in maniera seria e opportuna. Lo esige il rispetto alla tifoseria, a chi davvero ha lo scudo tatuato nel cuore. Per quanto riguarda l’aspetto sportivo, Troglio -in silenzio stampa- ha i giorni contati. Sarà la sfida in Copa Argentina in settimana a determinarne il proseguo.

Vélez 0-0 Boca

La maledizione del Superclásico. Poteva essere l’inizio di una serie positiva importante dopo la clasicisima contro il River. Invece, per il Boca sono arrivati due punticini che ne hanno rallentato la spinta verso l’alto. Battaglia è ancora alla ricerca di risposte dalla squadra, inconstante nell’equilibrio tattico in campo e a tratti dirompente nelle accelerazioni dei suoi attaccanti. E’ una Ferrari che ancora deve trovare i suoi limiti per riuscire a calibrare al meglio il prodotto finale. Contro il Velez, dopo un primo tempo scialbo, inizia la supremazia tattica che fa ben sperare. Saranno i molteplici salvataggi del portiere Hoyos a far strozzare in gola l’urlo del gol ai tifosi bosteros, rimandando ancora la gioia dei tre punti. D’altronde, è il prezzo da pagare per aver espugnato il Monumental.

Sebatian Battaglia negli spogliatoi avrà le idee chiare: “Nel primo tempo abbiamo faticato, abbiamo provato a giocare. A volte non proprio bene ma nel secondo tempo siamo migliorati molto e abbiamo chiuso in crescendo. Nonostante il rammarico sono soddisfatto”. E poi, continuando in crescendo: “Dobbiamo essere più regolari, mantenendo una continuità di risultati. Non diventiamo campioni quando vinciamo e reietti quando perdiamo. Non dev’essere così. Non siamo migliori quando vinciamo né peggiori quando perdiamo. Siamo noi e dobbiamo certamente migliorare”.


Altre

Lanús

Non si spegne la crisi in casa Granate. Il Lanús perde nuovamente l’occasione di cambiare marcia, succubendo al Fortaleza per opera della sorpresa Aldosivi. Traballa energicamente la panchina del tecnico Almirón.

Colón

Ritrova punti preziosi il Colón che pareggia -in modo rocambolesco- al Gigante de Arroyito contro il Rosario Central. Dopo tutto, pari d’oro anche per le Canallas, in ripresa dopo l’ultimo periodo burrascoso.

Barracas

Non si ferma di stupire il Guapo che sbanca niente meno che Parque Patricios. Con l’ultima giocata, degna di un finale da film thrilling.

Atl. Tucuman

‘Salta’ il settimo tecnico della Primera di questo primo semestre 2022. Dopo i risultati negativi rinuncia il tecnico dell’Atletico Tucuman, Azconzábal. Al suo posto Lucas Pusineri.

Immagine

Defensa Y Justicia

Nuova clamorosa impresa del Defensa che umilia a domicilio il Talleres. Già avanti 0-3 prima dell’ora di gioco, l’Halcón di Beccacece insegna calcio nel prestigioso Kempes di Cordoba.

Immagine

Estudiantes

Ha trasformato l’Estudiantes a suon di gol. Mauro Boselli è tornato al Pincha per portare al club nuova gloria nelle competizioni a cui partecipa. Domenica, tripletta al Central Cordoba, tanto per gradire. Bomber puro.

Immagine

Prossimo turno

Nel quart’ultimo turno finale esame importante per il Boca che ospiterà alla Bombonera un Lanús alla deriva. Il River andrà a Banfield mentre l’imbattuto Racing si misurerà contro il compatto Unión. Ritroverà volti conosciuti l’Emperador Falcioni in Colón-Independiente. Dovrà dare il tutto per tutto il San Lorenzo contro il Platense.


calcioargentino.it

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è cropped-cropped-filigrana-1-1.png

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.