0 3 minuti 8 mesi

Non c’è pace al San Lorenzo. Dopo la contestazione dei tifosi contro la dirigenza della settimana scorsa ora l’addio del tecnico della prima squadra. Piove sul bagnato in Avenida La Plata.

E’ il caos più totale a Boedo dopo le dimissioni del tecnico del San Lorenzo Pedro Troglio. Nella notte arriva il nuovo colpo di scena che destabilizza ulteriormente l’ambiente azulgrana. Determinante l’umiliante eliminazione in Copa Argentina ai rigori per mano del Racing de Cordoba, formazione del Federal A, la terza divisione del calcio argentino. L’ennesima delusione che fa traboccare il vaso.

“Ho già parlato con la dirigenza e ho chiaramente mostrato la volontà di non continuare.” rivela Pedro Troglio al termine della partita.“Chiedo scusa ai tifosi ma la cosa migliore è farsi da parte. Pensavo si potesse cambiare ma purtroppo non è stato possibile. Tutto questo è solo responsabilità mia. Mi hanno chiesto di restare fino a maggio ma ho declinato l’invito, perchè penso sia meglio dare una scossa subito all’ambiente. Penso che sia la decisione giusta” ha continuato l’ex campione del mondo. Per poi concludere la sua avventura cuerva: “Non è stato difficile per me dirigere il San Lorenzo, ma questo è un ambiente che non ha pace. Non è il clima ideale per allenare”.

Continua dunque il periodo drammatico del San Lorenzo, in crisi in Copa de la Liga, eliminato in Copa Argentina e ora senza allenatore. La società ha già comunicato che sarà il tecnico interrino Berón a farsi carico della prima squadra, fino alla scelta del prossimo allenatore.

Troglio si aggiunge alla lunga lista di tecnici che recentemente hanno fallito nel Ciclón. Biaggio, Almiron, Pizzi, Monarriz, il trio Romagnoli-Tocalli-Acosta, Soso, Dabove, Romagnoli, Montero, di nuovo Monarriz e ora Troglio: questi gli allenatori ‘bruciati’ in meno di quattro anni. Con la dirigenza, sempre salda al suo posto.


calcioargentino.it

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è cropped-cropped-filigrana-1-1.png

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Libertadores