0 12 minuti 2 anni

In Argentina si è giocata la prima giornata della nuova Copa de la Liga. Analizziamola nel dettaglio!

1^ Giornata

Banfield Racing Club2-0
Central CBA Colon0-3
Union AtlTucuman2-2
Aldosivi Godoy Cruz1-2
Talleres Patronato1-0
Velez Newells OB1-0
San Lorenzo Arsenal2-1
Defensa YJ Huracan3-2
Boca Juniors Gimnasia2-2
Estudiantes River Plate2-1
RCentral Argentinos J2-1
Independiente Lanus0-1
PlatenseSarmiento JPost.

Classifica Gruppo A

PTSquadra
3 Colon0 ArgentinosJ
3 Banfield0 River Plate
3 RCentral0 Arsenal
3 San Lorenzo0 Aldosivi
3 Estudiantes0 Racing Club
3 Godoy Cruz0 Central CBA
0 Platense

Classifica Gruppo B

PTSquadra
3 Defensa YJ1 AtlTucuman
3 Lanus0 Sarmiento
3 Velez0 Huracan
3 Talleres0 Newells OB
1 Gimnasia0 Independiente
1 Boca Juniors0 Patronato
1 Union

Deludono Boca e River e le due di Avellaneda. Bene San Lorenzo, Velez e Lanus tra le grandi. Ma è solo la prima giornata.


Banfield vs Racing 2-0 (GRUPPO A)

Immagine

Il Taladro riprende da dove aveva terminato. Anche senza Agustin Fontana (lasciato fuori rosa dopo aver rifiutato il contratto), il Banfield del confermato Sanguinetti non smette di proporre un gioco semplice ma allo stesso tempo efficace. Il segreto è la velocità devastante di Juan Alvarez e Cuero, gli attaccanti esterni del 4-3-3 che sfondano letteralmente la difesa Racing. Così il migliore in campo dell’Acade risulterà essere il portiere Arias, decisivo in più di una occasione. Nella ripresa nel l’Academia si assiste al debutto Maxi Lovera e Chancalay, da poco arrivati alla corte di Pizzi, ma ci vorrà del tempo per assestare il tutto in casa Racing. Una nuova rivoluzione è avvenuta ad Avellaneda e ‘pazienza’ sarà la parola d’ordine per il giovane plantel del nuovo allenatore. I gol: 46′ Alvarez, 89′ Galoppo.

Central Cordoba vs Colon 0-3 (GRUPPO A)

Troppo Pulga Rodriguez per il Ferroviario. Dopo le voci di addio nella pretemporada, Luis è rimasto a Santa Fe posticipando i saluti a giugno, quando se ne andrà libero senza vincoli contrattuali. La partita riflette in sostanza quanto appena detto: è il Pulga il condottiero della squadra e ancora non si capisce la tanta panchina del semestre scorso. Arriva appena dopo 13′ il vantaggio di Rodriguez su centro di Pierotti, prima del secondo gol consecutivo del pibe Sandoval (secondo gol in assoluto in carriera) e il sigillo finale di Leguizamon nel finale. La stagione horror del sabalero del 2020 può essere così definitivamente archiviata?

Union vs Atletico Tucuman 2-2 (GRUPPO B)

Dopo quattro anni intensi arriva il momento dell’addio. Il ruso Zielinski non è più l’allenatore dell’Atletico Tucuman e dire che è stato solo un rapporto d’affetto con tifosi e dirigenza forse si commetterebbe peccato. Il ruso, sempre a difesa della squadra, contro i poteri forti dei club della Capital, è diventato il beniamino assoluto dei tifosi del Gigante del Norte per la competitività semre presente nelle sue squadre, oltre che alla presenza costante nelle copas continentali. Trasporto emotivo importante, notato anche nel prepartita contro l’Union, quando il manager social del Decano, innavertitamente lasciava il nome dell’ex allenatore in panchina nel prospetto formazione. Salvo pochi minuti dopo rettificarne l’errore.

E’ De Filippe il nuovo dt e con lui va avanti il progetto di continuità nell’identità di gioco. Contro il Tatengue gli ospiti giocano disinvolti, costruendo i due vantaggi. Il secondo gol, in particolare, fa un particolare effetto dato che lo segna quel Vergini, oggetto a dir poco misterioso nella sua permanenza al San Lorenzo. Il pareggio poi dell’Union a tempo abbondantemente scaduto, arriva da una perla di Borgnino su magistrale punizione che sorprende il portiere Lucchetti. E’ il pari che sostanzialmente accontenta le due squadre, già in buona forma dopo i primi 90′ del semestre.

Aldosivi vs Godoy Cruz 1-2 (GRUPPO A)

Immagine

E’ la partita più intensa della giornata dato l’omaggio del Morro Garcia da parte della sua ex squadra e dei suoi ex compagni. Scende qualche lacrima nel minuto di silenzio tra i versi dei gabbiani di Mar del Plata e le inquadrature commoventi del plantel Mendocino. La partita poi va nell’unica direzione possibile, cioè quella di Mendoza, data la differenza tecnica tra i due equipos. E’ l’esordio assoluto del Pintita Gago come allenatore nella panchina tranquilla gialloverde e pazienza se arriva la prima sconfitta, ci sarà il tempo di riscatto aspettando i prossimi rinforzi promessi dalla dirigenza del Tiburon.

Talleres vs Patronato 1-0 (GRUPPO B)

Immagine

C’era curiosità nel vedere la T orfana del suo giocatore simbolo, il miglior centrocampista eletto nella scorsa Copa Maradona, il capitano Tomas Pochettino da poco emigrato negli States. Tuttavia se la cavano bene i ragazzi di Alexander Medina, dimostrando una chiara superiorità tattica e tecnica nei confronti del Patron, che dovrà stare attento ora alle pericolose medie retrocessioni (promedio). Il gol vittoria porta la firma dell’ex Estudiantes, River e Huracan, Carlos Auzqui, lesto ad approfittare del cross dell’ottimo Valoyes. Menzione speciale anche per un’altra figura del partido dal grande potenziale: il difensore Piero Hincapie, 19enne, già adocchiato dalle grandi squadre.

Velez vs Newells 1-0 (GRUPPO B)

Immagine

Si pensava ad una gara combattuta tra due delle squadre più interessanti della Copa. Il risultato dimostra invece che è il Velez l’equipo più avanti nella condizione atletica. La squadra di Pellegrino si dimostra compatta, anche senza il leader Thiago Almada, fuori rosa dopo l’applicazione del protocollo etico da parte del club. Il Fortin costruisce e approfitta degli errori grossolani della Lepra, proponendo continuamente un gioco che inibisce la reazione Newell’s. La superiorità viene finalizzata da Lucero che di testa gonfia la rete su assist del 21enne terzino Francisco Ortega, il nuovo Cufré dell’istitucion. Pablo Perez nella ripresa compie l’ennesima follia facendosi espellere per doppia ammonizione, saltando così al prossimo turno il suo ex Boca.

San Lorenzo vs Arsenal Sarandí 2-1 (GRUPPO A)

Immagine

Nella vigilia a Boedo era scattato l’allarme: il nuovo Dt Dabove aveva avuto il coraggio di mettere in panchina nientemeno che i gemelli Romero. Panico. Il mister, avendo spalle grosse e una certa personalità non è uno di quelli che si fa dettare la formazione da altri. E il risultato gli da ragione. Già al 10’ del primo tempo il Ciclon vinceva 2-0 grazie anche a Di Santo, oggetto a dir poco misterioso fin dalla stagione scorsa. Si rischiava nella ripresa il ritorno dell’Arse ma la squadra cuerva stingeva i denti e al fischio finale ne usciva vincitrice. E’ ancora presto per dirlo, ma il San Lorenzo ha trovato un allenatore degno di tal nome?

Defensa y Justicia vs Huracan 3-2 (GRUPPO B)

Immagine

L’Halcon del dopo Crespo è una macchina col pilota automatico. Non occorre una persona fisica che diriga la squadra, basta accendere l’interruttore e gli undici in campo iniziano a correre. Questo almeno per i primi 40’, poi esciva il globo che, prima trova la rete della bandiera, pareggiava clamorosamente (con un uomo in meno) grazie all’errore grossolano del portiere Unsain. Fortunatamente interveniva il Dt interrino con la modalità ‘manuale’ De Muner, facendo entrare Hachen e ristabilendo il vantaggio grazie alla seconda palla giocata del giocatore stesso. Così sotto un autentico diluvio il Defensa tornava così a vincere in un ‘Tito Tomaghello’, che per l’occasione presentava sopra la tribuna la scritta’ ‘Campeón Copa Sudamericana 2020’. La notizia dell’ultim’ora è l’annuncio ufficiale del ritorno di Beccacece come nuovo allenatore dell’halcon. Ne vedremo certamente delle belle.

Boca Juniors vs Gimnasia 2-2 (GRUPPO B)

Immagine

Dopo una settimana di polemiche il Boca scende in campo per affrontare il Gimnasia, una delle sorprese della scorsa Copa Maradona. Si vedono però i vecchi fantasmi di un gioco farraginoso, troppo spesso affidato a individualità. I padroni di casa suderanno sette camicie per riacciuffare il pari dopo una partita muy floja. Solamente Cardona uscirà esente dalle polemiche, spedendo in rete un tiro libre al limite dell’area all’87’ e facendo urlare i 50.000 tifosi virtuali presenti solo negli autoparlanti dello stadio. Russo dovrà lavorare duro per riavere quell’equilibrio mostrato l’anno scorso di questi tempi, magari, sperando anche in un regalo nel mercato. Demeriti Boca ma anche grandi meriti del Lobo, che dopo l’esperienza del tecnico Maradona sembra squadra più consolidata e dedita ad applicazioni tattiche in maniera più constante. Continua il lavoro quasi nascosto di Mariano Messera, che meriterebbe probabilmente più studio e attenzione.

Estudiantes River 2-1 (GRUPPO A)

Immagine

Notte singolare a La Plata col nuovo ‘flamante’ Dt Zielinski in panchina del Pincha che reincontra la sua vittima preferita: Il River. Sembra però una storia passata visto che il River, in vantaggio di un’uomo, si porta avanti col gol di Mati Suarez dopo dieci minuti di inizio ripresa. Ma è qui che si compie il karma del Ruso: in quasi 15′ arrivano il pareggio dell’ex Diaz e il gol della locura di Noguera che al 96′ regala 3 punti al Pincha. In Dieci. Zielinski ha colpito ancora.

Rosario Central vs Argentinos Jrs 2-1 (GRUPPO A)

Immagine

Il Central fa sua la prima al Gigante de Arroyito meritando i tre punti in palio. Basta un tempo al Kily Gonzalez per mettere sotto ghiaccio la partita. Luca Martinez (19) segna il suo primo gol da professionista, commuovendosi come un bambino e dopo 32 minuti arriva il raddoppio di Gamba prima del finale primo tempo. La reazione del bicho arriva tardiva, a 5′ dal termine, con la rete dell’altro pibe appena entrato Juan Pucheta (18).

Independiente vs Lanus 0-1 (GRUPPO B)

Immagine

E’ di fatto il reprise di quarti di finale della scorsa Copa Sudamericana ma in realtà è cambiato molto nel Rey de Copas. Se ne è andato Pusineri ed è arrivato Falcioni, uomo dalla grande esperienza e dalla enorme personalità. E sembra cambiato anche l’approccio del Rojo rispetto all’anno scorso, dominando in lungo e largo il primo tempo come da un pò non accadeva. Ma nella ripresa termina la benzina ed esce il granate che segna il gol partita grazie all’ex centrale Burdisso che non esulta. C’è ancora tanto lavoro da fare per l’Emperador nell’inferno bollente di Avellaneda, ma si vedono aspetti positivi su cui lavorare.

PROSSIMO TURNO

Gimnasia TalleresVen 23:15
Arsenal Banfield01:30
Godoy Cruz EstudiantesSab 21:10
Lanus Defensa YJ21:10
Racing Club Aldosivi23:20
River Plate RCentral01:30
ArgentinosJ PlatenseDom 21:10
Sarmiento Velez21:10
Patronato Independiente23:20
Newell’s OB Boca Juniors01:30
Huracan UnionLun 23:15
ATucuman Central CBA23:15
Colon SanLorenzoMar 01:30

Seconda giornata interessante, a cominciare da Colon-San Lorenzo, proseguendo con Racing e River chiamate alla riscossa. Lanus-Defensa e Gimnasia-Talleres altre gustose partite. Impegnativa poi la trasferta del Boca a Rosario (sponda Newells) su cui si vedranno le reali aspettative xeneixes. Partita Clasico: Atl.Tucuman-Central Cordoba.


calcioargentino.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Libertadores