0 8 minuti 4 mesi

Conclusa la 5^ giornata di Copa de la Liga Profesional, analizziamo come l’hanno vissuta le ‘mas grandes de Argentina’.

Nella quinta giornata di Copa de la Liga il River rialza la testa e torna alla vittoria nel clásico contro il San Lorenzo e rimane in vetta assieme a Defensa y Justicia e Unión, vittoriose entrambe. Bene anche il Racing che batte il Talleres, sempre più in caduta libera, e risale in classifica. Pareggiano Velez, Estudiantes, Godoy Cruz e Independiente. Cade invece il Boca che cede clamorosamente alla Bombonera di fronte all’Huracán. Da sottolineare le vittorie delle neopromosse Tigre (vs Colón) e Barracas, con il Guapo, che entra nella storia per i primi punti conquistati in Primera.

5^ giornata

Central CBA RCentral0-1
Unión Platense1-0
Gimnasia Argentinos2-2
Barracas Aldosivi2-1
SanLorenzo River0-1
Patronato Sarmiento0-1
Racing Talleres1-0
Newells ATucuman4-0
Banfield Defensa YJ2-3
Boca Huracán0-1
VélezEstudiantes1-1
GodoyC Independiente3-3
Arsenal Lanús2-2
Tigre Colón1-0

Nel gruppo A riparte a vele spiegate il River, ancora primo e a pari punti con Defensa, Unión e Sarmiento. Nel girone B rallenta l’Estudiantes, ma ne approfittano solo Tigre ed Huracán.

Boca Jrs 0-1 Huracán

La magra consolazione per il pubblico presente è vedere Matias Coccaro che non esulta dopo la rete nel Templo. Potrebbe non accadergli più un evento di tale portata più nella sua vita, ma l’uruguayo coi baffi si isola tra i festeggiamenti dei suoi compagni. È appena accaduto l’inverosimile, il piccolo Huracán ha appena messo in ginocchio lo squadrone del Boca e per giunta alla Bombonera. Congiunzioni astrali che non si verificavano da ben dodici anni, dai tempi di Riquelme e Palermo per intenderci. Dopo le polemiche della settimana con l’esclusione di Almendra e Varela e il forfait dell’ultimo minuto del Pipa Benedetto, si preannuncia abbastanza impegnativa la settimana per il tecnico Sebastián Battaglia. L’unica consolazione è vedere quel Coccaro commosso, che in ginocchio per l’emozione quasi chiede perdono al pubblico. D’altronde, da bambino tifava Boca.

San Lorenzo 0-1 River

Lassù in Paradiso in realtà si erano messi d’accordo prima. San Lorenzo e altri beati cuervos avevano presentato qualche giorno prima, una richiesta presso l’ufficio miracoli per una provvidenza speciale nei riguardi del club omonimo. Gli avevano risposto dalla santissima amministrazione che era stata concessa una proroga di 30-35 minuti, tempo necessario per non falsare completamente la partita. Concedere al Ciclón 30-35 minuti di grazia, mandare due volte sul palo tiri del River (destinati in rete) e ‘regalare’ un calcio di rigore a favore era stato un lavoraccio per quelli con l’aureola. Ma niente da fare. Il Ciclón vanificava il tutto sprecando un’opportunità più unica che rara. Con la conseguente punizione che arrivava dal cielo attraverso l’ex di turno, Paulo Diaz, strumento impersonificato per il castigo divino. I tifosi si mettano il cuore in pace: sarà un semestre infernale se anche il santo patrono ha le mani legate.

Godoy Cruz 3-3 Independiente

“La verità è che la squadra assomiglia a un elettrocardiogramma, perché ha alti e bassi costanti. E la mancanza di stabilità mi preoccupa”, diceva el ‘Barba’ Dominguez a partita finita. “Ma questi giocatori hanno avuto il coraggio di andare sempre alla ricerca del pareggio per ben tre volte. Non è un fatto trascurabile”. L’Independiente ottiene il terzo pareggio consecutivo al termine di una partita da cardiopalma. Per ben tre volte il Tomba si porta avanti e per ben tre volte il Rojo la recupera. E alla fine è come se valesse una vittoria, perchè il Godoy gioca davvero bene. Si rivede infatti il gioco a due tocchi del tecnico Flores, già ammirato a fasi alterne nella scorsa stagione. Ma soprattutto, ci si strabuzza gli occhi per i talentini Boullade e Ojeda che in campo fanno il bello e cattivo tempo. Al netto delle cose la frase ‘hanno avuto il coraggio‘ appare forse quella più appropriata: contro questo Godoy avrebbe sudato sette camicie persino il River campeón.

Immagine
La coppia gol Estudiantes al comando.
E’ il riassunto delle prime cinque giornate.

Racing 1-0 Talleres

La miglior partita dell’era Gago, un Cilindro che esplode di gioia e finalmente la gente che torna a casa serena e contenta. La metamorfosi dell’Acadé sembra apparire nel suo stadio migliore dopo le polemiche infinite dei semestri precedenti. C’è la ilusion collettiva che si stia costuendo finalmente qualcosa di buono e il presentimento che il meglio debba ancora arrivare, considerando anche lo sfortunato infortunio di Edwin Cardona dopo appena 22 minuti. Soprattutto, fa effetto che lo stadio che non invochi più il nome di Milito come salvatore del club, dettaglio non trascurabile qui al Cilindro. Il Talleres ferito e in inferiorità numerica, cercherà lo stesso nel secondo tempo di insidiare la porta di Gastòn Gómez (sempre più leader), ma senza troppo successo. Ci sono ancora moltissimi aspetti da migliorare nell’Academia, come la gestione di palla e la lettura della partita, ma la strada intrapresa sembra quella buona. Altro dettaglio non trascurabile in questo inizio di stagione.

Vola il Newells al sua seconda vittoria consecutiva e finalmente con un attacco da sei gol in due partite che inizia a carburare. La Lepra di Kudelka dell’anno scorso sembra ormai un pallido ricordo.

Il Defensa compie un’altra impresa ed espugna il Florencio Sola con contropiedi devastanti. Il gol decisivo lo segnerà l’ex Taladro (e River) Agustin Fontana, al ritorno al gol dopo una vita.

L’Estudiantes riesce a guadagnare punti anche all’Amalfitani soffrendo contro un buon Velez, preso per mano dal diez Orellano. Leandro Diaz entra e segna il gol del pareggio a pochi minuti dalla fine. Il Pincha sta diventando una grande squadra.

Prossimo turno

Nella giornata precedente a quella dei clasicos il Boca avrà probabilmente la sfida più complicata: l’Estudiantes a La Plata. Il River ospita il Gimnasia, mente Racing e Independiente affronteranno rispettivamente contro Atletico Tucuman e Central Cordoba. L’enigma San Lorenzo invece andrà a Cordoba contro un’altra delusa, il Talleres.


calcioargentino.it

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è cropped-cropped-filigrana-1-1.png

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.