0 3 minuti 1 mese

Periodo drammatico per la Banda. Arriva l’ennesima delusione per il River Plate che ‘perde la faccia’ anche contro il Godoy Cruz al Monumental. Gallardo espulso a fine gara.

Altro duro schiaffo per il River Plate. La squadra di Gallardo dopo la deludente figura in Libertadores non si riprende e contro il Godoy Cruz arriva l’ennesima sconfitta. Squadra allo sbando per una stagione drammatica e ben al di sotto delle aspettative.

Dopo gli addii improvvisi di Julian Alvarez ed Enzo Fernandez, il Millonario deve far fronte a una crisi improvvisa di prestazioni e risultati, mai vissuta fino ad ora nell’era Gallardo. C’è da resettare il sistema e provare a dare un senso alla stagione dopo le recenti delusioni. Ci si aspetta la convinta reazione dei padroni di casa, ma è invece il Godoy Cruz, per nulla intimorito del contesto, che prende l’iniziativa e approfitta della situazione per conquistare punti preziosi, utili per la classifica Promedio retrocessione. Il Monumental diventa così di nuovo testimone dell’ennesima partita da dimenticare.

Al 22′ arriva il vantaggio del Tomba. Ojeda approfitta del passaggio filtrante di Abrego e in contropiede trafigge con precisione Armani. Passano esattamente due giri di orologio e si invertono i protagonisti, con Abrego che raddoppia grazie a Ojeda, certificando il totale sbandamento mentale/tattico/tecnico della Banda.

Nonostante l’uomo in più per tutto il secondo tempo e gli ingressi dell’artiglieria pesante come Quintero, Simon e Barco la situazione non migliora. Il River è paralizzato, in crisi conclamata e deve arrendersi alla terza sconfitta in sette gare giocate. La classifica che posiziona il Millo in 15^ posizione è lo specchio del semestre fallimentare fin qui disputato.

Tempi durissimi per Marcelo Gallardo, che sembra non riuscire a trovare il bandolo della matassa, con lo stesso Muñeco che sarà espulso a fine gara per insulti nei confronti dell’arbitro Lamolina. L’effetto aureo di Napoleón sembra ormai un lontanissimo ricordo, urge salvare il salvabile prima di lasciare definitivamente la nave alla scadenza del contratto di fine anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Libertadores