0 3 minuti 6 mesi

Partitazo del capitano che contro la modesta Estonia non abbassa la concentrazione e sigla la cinquina personale. Non era mai accaduto nella storia della Federazione argentina.

Non smette di stupire Lionel Messi che nell’amichevole pre mundial di Pamplona ne segna cinque alla malcapitata Estonia ed entra nuovamente nella storia, essendo il primo giocatore a segnare cinque gol con la maglia albiceleste. Nuova prova di forza di Messi, che dopo esser stato ‘figura del partido‘ contro l’Italia, mostra buona concentrazione anche contro i modesti avversari.

Scaloni fa ampio turn over dopo le fatiche contro la Nazionale di Mancini. Sono infatti ben 8 i giocatori che il Dt cambia per l’occasione, lasciando in campo gli insostituibili Molina, De Paul e Messi, pedine insostituibili nello scacchiere tattico della Scaloneta. Contro l’Estonia è pressochè un allenamento, con l’Argentina che fa e disfa a proprio piacimento contro una nazionale pressochè materasso. Ma è proprio l’attitudine del capitano che colpisce, non tirando mai la gamba e siglando tutte e cinque le marcature della partite. Non era mai accaduto al Pulga, da sempre trascinatore, ma mai così devastante in 90 minuti.

La gara a Pamplona si sblocca subito all’8′, quando il portiere estone travolge in uscita Pezzella e l’arbitro svizzero Schnyder non può far altro che decretare il rigore. Messi trasforma facilmente per il vantaggio dell’Albiceleste. Il raddoppio arriva a pochi minuti dall’intervallo grazie a un inserimento del Diez, che davanti a Hein lo fredda con una bella trasformazione di sinistro, con palla che muore sul secondo palo. Per il terzo, bisogna aspettare a inizio ripresa, quando negli sviluppi di un cross di Molina, Messi segna con un tocco sottoporta da centravanti consumato. Non sazio, Leo pensa bene di quadruplicare al 71′, quando, lanciato verso la porta, scarta in un colpo solo difensore e portiere e deposita con tranquillità in rete. E’ delirio collettivo a Pamplona, ma cinque minuti dopo arriva anche la standing ovation che consacra Leo come goleador implacabile, per la quinta rete che sa di impresa.

Serata clamorosa per el Pulga che impressiona, riempiendo il tabellino e trascinando la squadra verso l’ennesima vittoria. Bisognerà però non esaltarsi troppo considerando i limiti tecnici dell’avversario, ma lo stato di forma del campione rosarino fa ben sperare per il prossimo futuro.

Da segnalare l’esordio di Marcos Senesi con la maglia argentina. Si concludono così le speculazione mediatiche sulla possibilità del difensore centrale di vestire la maglia azzurra dell’Italia. Dopo questa vittoria l’equipo di Lio Scaloni conquista il 33° risultato utile consecutivo, record assoluto nella storia AFA e delle attuali squadre Nazionali. Il momento magico argentino dunque continua.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Libertadores