0 2 minuti 3 settimane

Lutto nazionale in Argentina. È scomparso ieri all’età di 85 anni el ‘Flaco’ Luis Cesar Menotti, primo allenatore in grado di portare la Selección Argentina sul tetto del mondo e in grado di mostrare una nuova prospettiva del futbol argentino. El Flaco fu un rivoluzionario del futbol, antifascista nonostante la dittatura Videla – e ‘preservato’ dalla persecuzione di regime solamente per i risultati calcistici -, si fece conoscere per il clamoroso titolo vinto sotto la guida dell’Huracán al Campeonato Metropolitano nel 1973. In sella alla nazionale, cambiò la storia fino a prima percepita adottanto uno stile di gioco propositivo ma allo stesso tempo efficace, riuscendo a vincere il titolo di campione del mondo nel ‘controverso’ mondiale argentino del 1978.

Sotto la sua mano debuttò un certo Diego Armando Maradona che nel 1979 fu protagonista della conquista del mondiale under-20 in Giappone. Dopo la nazionale Menotti continuò la direzione tecnica sotto gli scudi di River, Boca ed Independiente, oltre alle esperienze internazionali di club di primo livello come Barcellona e Atlético Madrid. L’Argentina piange un grande allenatore ma soprattutto una persona integra nell’aspetto morale, mai ‘imbrigliato’ da pressioni esterne.

Que Descansa En Paz, Flaco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Libertadores