0 3 minuti 3 settimane

Beffa a Caracas. L’Argentina Sub-23 dopo una partita dai mille colpi di scena si deve accontentare di un solo punto nella prima sfida del quadrangolare finale del Torneo Preolimpico. Contro i pari età del Venezuela la squadra di Javier Mascherano termina in nove nel 2-2 finale che i padroni riescono a raddrizzare al 110′ grazie a un rigore controverso segnalato dal VAR.

In realtà era stata dapprima la giovane Albiceleste a mettersi nei guai quando al 16 il portiere Brey (Boca) toccava maldestramente sul primo palo un cross per il classico degli autogol. A restituire il favore ci pensava però venti minuti dopo il difensore venezuelano Carlos Vivas, che anticipava e spiazzava clamorosamente il proprio portiere Samuel Rodriguez per l’1-1 al 36′. Il primo tempo si concludeva non prima della doppia insolita espulsione a Valentin Barco (Brighton) e Bryant Ortega per un contrasto di gioco, reputato da cartellino rosso da parte dell’insufficiente direttore di gara, Augusto Bergelio Aragón Bautista.

Nella ripresa Mascherano fa entrare Federico Redondo, Baltasar Rodríguez, Luciano Gondou e Francisco González nel tentativo di conquistare i tre punti. Ma sarà una volta di più il capitano Thiago Almada (Atlante Utd) a caricarsi sulle spalle la squadra e a togliere momentaneamente le ‘castagne dal fuoco’ in coabitazione di Solari (River), grazie ad una giocata degna del numero diez sulle spalle per il 2-1 al 61′. Luciano Gondou avrebbe poi l’enorme occasione per mettere in ghiaccio la partita, dopo un’azione devastante del compagno di club Redondo, ma l’attaccante dell’Argentinos Juniors colpisce malamente, spedendo clamorosamente in curva. Poi i minuti di recupero interminabili conditi con la seconda espulsione (Lujan) e la beffa del rigore finale. Una buona ma sfortunata Argentina ottiene il primo punto all’esordio del quadrangolare. Grande delusione al triplice fischio ma Mascherano può essere soddisfatto per la generosità e la mole di gioco creata dai suoi ragazzi. Prossimo appuntamento, giovedì 8 febbraio contro il capolista Paraguay, che a sorpresa nell’altra sfida ha battuto 1-0 il Brasile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Libertadores