0 2 minuti 3 settimane

Anche senza il suo leader Lionel Messi la Selección Argentina inizia al meglio il doppio impegno nella tournée americana, battendo il modesto El Salvador per 3 a 0. La squadra campione del Mondo in carica ‘schiaccia’ la nazionale centramericana, comandando gli aspetti del gioco e le occasioni da rete con notevole superiorità, come da copione.

A Filadelfia la Scaloneta impiega poco più di un quarto d’ora per sbloccarla. Merito del cabezazo di Cristian Romero che sigla, da un calcio d’angolo calciato da Di Maria, il vantaggio per l’Argentina e il suo personale terzo sigillo con la maglia albiceleste. La gara è impari dal punto di vista della qualità in campo e delle occasioni, così prima dell’intervallo Enzo Fernández può facilmente raccogliere un pallone vagante in area e appoggiare in rete a porta vuota.

Il merito della squadra diretta da Scaloni è però quello di non mollare la presa, considerando il valore dell’avversario in campo, ma anzi, continuare a creare gioco e spettacolo attraverso nuovi esperimenti tattici ed interpreti. Si può tradurre così la terza rete siglata da Giovani Lo Celso, frutto di una mirabile rete di passaggi che il centrocampista del Tottenham finalizza in rete. Da segnalare il debutto da titolare dell’udinese Nehuen Perez; i primi minuti in squadra del Colo Barco e il ritorno in nazionale di Alejandro Garnacho e Facu Buonanotte.

L’Argentina vince così la prima delle due gare in territorio statunitense. Prossimo impegno, mercoledì prossimo a Los Angeles contro la Costa Rica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Libertadores