0 4 minuti 2 anni

Annuncio a sorpresa del ‘Jefecito’ Mascherano che dopo la partita contro l’Argentinos juniors dichiara: “Mi ritiro”.

Un’altro pezzo da novanta appende le scarpe al chiodo pochi giorni dopo il ritiro di Fernando Gago. Fatale nella decisione presa il periodo di stop di sei mesi a causa della Pandemia di COVID.19. “Quando sono ritornato in campo non avevo più la stessa scintilla” ha detto il calciatore argentino. A 36 anni si ritira un campione dal talento indiscusso, esempio fuori e dentro il campo, autentico modello di generosità e professionalità. Ecco le sue ultime parole da calciatore:

“Voglio annunciare che oggi mi ritiro dal calcio professionistico, voglio ringraziare questo club che mi ha dato l’opportunità di terminare la mia carriera in Argentina. Ho vissuto la mia professione al 100%, ho dato il massimo che potevo. Oggi mi rendo conto quanto sia difficile per me e non voglio mancare di rispetto all’Estudiantes, che si sono fidati di me col mio ritorno in Argentina, né mancare di rispetto ai miei compagni o a questa professione “.

“La mia decisione non ha nulla a che vedere con il club o con i risultati, ma con le sensazioni che sto provando in quest’ultimo periodo, non più quelle di uno che gioca a calcio. Dopo la pandemia, pensavo che avrei avvertito di nuovo la voglia di giocare, ma in verità non è accaduto. Per rispetto di tutti, è ora di farsi da parte e porre fine a questa carriera. Non volevo lasciar passare altro tempo “.

Si ritira così uno dei campioni argentini più vincenti del fútbol. E ora che farà? Voci di corridoio dicono che abbiano accettato un incarico presso la Federazione argentina (AFA), alla corte del presidente Tapia, ma la conferma la avremo nei prossimi giorni.

FENOMENO. Javier Mascherano inizia la sua avventura di calciatore nel vivaio del River Plate, dove debutta in prima squadra nel 2003 vincendo 2 Primera. Nel 2005 viene acquistato dal Corinthians in Brasile, dove vince subito un 1 campionato brasiliano prima di approdare in Europa l’anno dopo (2006) al West Ham United, presentato assieme all’altro acquisto Carlos Tevez. Liverpool è il passaggio successivo, dove diviene idolo della Kop grazie anche all’allenatore Benitez. L’ottima esperienza inglese porta il Barcellona a scommettere su di lui (2010). Nella squadra spagnola avrà le maggiori soddisfazioni: con Messi vincerà tutto: 4 Liga spagnole, 4 Copppe del Re, 3 Supercoppe di Spagna, 2 SuperCoppe UEFA, 2 Champions League UEFA e 2 Mondiali per Club FIFA. A 34 accetta la proposta dell’Hebei China Fortuna e si separa dai blaugrana dopo 18 anni. L’anno dopo fa ritorno in Argentina all’Estudiantes de La Plata, accettando la corte di suo vecchio amico, Sebastian Veron, diventato nel frattempo presidente del Pincha.

NAZIONALE. Nella Seleccion Argentina el Jefecito vince la medaglia d’oro alle Olimpiadi di Atene 2004 e Pechino 2008 e partecipa ai Mondiali 2006 in Germania, 2010 in Sudafrica e 2014 in Brasile. Ha fatto parte dell’Albiceleste nelle Copa América di: Perù 2004, Venezuela 2007, Argentina 2011, Cile 2015 e Stati Uniti 2016. Dopo la Coppa del Mondo in Russia nel 2018 ha annunciato l’addio alla Nazionale. E’ stato vicecampione a Brasile 2014 e nelle Copa America 2004, 2007, 2015 e 2016.

Gracias por todo Crack total.


calcioargentino.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Libertadores