0 10 minuti 2 mesi

Partidazo ‘agonico’ della Selecci贸n, che elimina nei quarti di finale la scorbutica Olanda. Queste le pagelle dei giocatori della Scaloneta.

E. Martinez: 8,5. 鈥淧eter Parker鈥 Emiliano, incolpevole sui due gol, giunti ai rigori si va a cambiare, come spesso ha fatto, e si trasforma in 鈥淪uperman鈥 Dibu. Le sue due parate nei primi due tentativi olandesi dagli undici metri sono decisive per rimettere la qualificazione alle semifinali sui binari argentini. Sempre pi霉 decisivo, 猫 ormai una delle colonne portanti della Scaloneta.

Romero: 7. Cuti 猫 una garanzia, Scaloni cerca di preservarlo il pi霉 possibile a livello di minutaggio perch茅 l鈥檈x Genoa e Atalanta, non al 100%, quando 猫 in campo da tutto, spende ogni goccia di sudore. Pulito spesso, ruvido quando serve. Ma un difensore argentino in un mondiale deve essere cos矛.

Otamendi: 7,5. Il migliore dei difensori centrali della Seleccion fino ad ora in Qatar. Anche con l鈥橭landa dimostra il suo stato di forma ottimale. L鈥橭tamendi distratto di qualche tempo fa sembra per fortuna un lontano ricordo.

Lis. Martinez: 6,5. Meno bene delle precedenti apparizioni el Licha ma siamo comunque ampiamente sopra la sufficienza. Piccola sbavatura la marcatura molto larga su Weghorst nell鈥檃zione che riapre la partita all鈥83鈥.

Molina: 8. Partidazo di Nahuel Molina, il timido (ma non in campo) laterale ex Udinese sta prendendo sempre pi霉 fiducia nei suoi mezzi. E鈥 uno dei calciatori della Seleccion cresciuti di pi霉 negli ultimi due anni con Scaloni. Spavaldo sin dalle prime battute, annulla un Blind non la meglio e lo costringe a difendere (male) e poi alzare bandiera bianca per infortunio. Il gol che sblocca la partita nasce da lui che si fida, ovviamente e ciecamente di Messi consegnandogli un pallone che Leo gli fa ritornare in maniera meravigliosa. Nahuel lo addomestica e lo trasforma nella rete dell鈥1-0. Continua a pressare e farsi trovare pronto fino al 106鈥 quando viene richiamato in panca.

E. Fernandez: 6. Partita di sacrificio per il tuttocampista del Benfica che assicura a Scaloni una pluralit脿 di funzioni nella zona centrale del campo. Protagonista sfortunato del palo clamoroso colto con un tiro da fuori area, la sua specialit脿, allo scadere dei supplementari, del rigore calciato fuori (primo match point albiceleste) e del contrasto non vinto con Weghorst nel gol del 2-2. Insomma poteva prendersi la copertina di hombre del partido allo scadere dei regolamentari, alla fine dei supplementari o come ultimo rigorista in rete: non 猫 andata cos矛 ma ormai 猫 imprescindibile nello scacchiere tattico di Scaloni.

MacAllister: 6,5. Con la maggior parte del flusso del gioco indirizzato pi霉 sulle fasce, tocca meno palloni delle precedenti uscite ma 猫 sempre pronto ad offrire una soluzione in pi霉 al compagno vicino, quelli di reparto, agli attaccanti, ai laterali e ovviamente a capitan Messi. Gli inserimenti offensivi sono il suo forte ma non tutte le partite lo permettono; il centrocampista del Brighton 猫 una pedina importante della Scaloneta, si 猫 conquistato e si sta meritando il posto da titolare.

Acuna: 8. Come il collega dell鈥檃ltra fascia, el Huevo Acuna sfodera una prestazione super, degna del palcoscenico mondiale dove si sta andando in scena. Sale, di livello e di metri sul campo, con il passare dei minuti. Nel secondo tempo spinge tanto e si procura il calcio di rigore del 2-0. Unico neo: il giallo comminatogli da Mateu Lahoz nei minuti finali della prima frazione di gioco che gli impedir脿 di presidiare la fascia sinistra albiceleste nella semifinale con la Croazia.

De Paul: 7,5. Le voci filtrate dal ritiro albiceleste lo davano fino a 48 ore prima del match out, poi in dubbio, alla fine gioca titolare senza alcun problema se non quello delle chiacchiere intorno alle sue condizioni. De Paul, il luogotenente di Messi insieme a Di Maria, 猫 davvero il metronomo e polso della Scaloneta: se lui corre, recupera palloni, lancia i compagni, raddoppia sia in difesa sia in attacco, vuol dire che l鈥橝rgentina sta bene e il gol arriver脿. La rete di Julian Alvarez all鈥橝ustralia ne 猫 la dimostrazione: gol nato dal pressing di De Paul. L鈥檈x Udinese non aveva sicuramente i 90鈥 (n茅 tantomeno i 120鈥) nelle gambe e viene sostituito a met脿 ripresa semplicemente per non incorrere in rischi per i suoi muscoli.  

Messi: 8,5. Solo 8,5? S矛 perch茅 da Messi vogliamo sempre di pi霉. Se ami il calcio ami questo ragazzo, ormai uomo, e non ti accontenti di un assist al bacio meraviglioso, una sciabolata nel costato olandese che manda in porta Molina. Non ti bastano i due rigori (uno in partita e il primo della serie finale) segnati ai quarti di un mondiale con la stessa semplicit脿 con la quale saltava come birilli i suoi coetanei nei club di barrio di Rosario quando giocava al 鈥渂aby futbol鈥 nel Newell鈥檚. Un Messi non sempre e non pi霉 鈥渂ravo ragazzo鈥 che riceve solo applausi e complimenti dagli avversari che a fine partita fanno la fila per farsi una foto con lui. Forse, per conquistare la coppa pi霉 preziosa, aveva bisogno proprio di questo: avversari-nemici che non scendono in campo per ammirarlo ma per contrastarlo e perch茅 no tirargli un calcione, giocatori che lo spintonano, allenatori che lo provocano e tensioni negli spogliatoi che fanno uscire fuori un Messi sconosciuto ai pi霉. Molti dicono: era ora, per vincere la coppa Leo deve anche fare il cattivo. In attesa di altre prodezze in campo che alimentino il sogno di tutti.

J. Alvarez: 6. Sicuramente non la miglior partita di Julian con la Seleccion. Corre tanto, pressa portiere e centrali avversari, fa salire la squadra quando riesce a scambiare con Messi ma spesso si isola in mezzo ai giganti della difesa olandese. Non 猫 stato brillante come al solito contro gli oranje ma la staffetta con Lautaro Martinez funziona e sembra fare bene ad entrambi, tenendoli sempre sul 鈥渃hi va l脿鈥.

Pezzella: 6. Non 猫 facile entrare a freddo in una partita nervosa e con il risultato che diventa incredibilmente in bilico dopo essere stato sotto ghiaccio. L鈥檈x Fiorentina rileva Romero qualche minuto dopo il 2-0 di Messi e commette (in societ脿 con Paredes) una piccola ingenuit脿 che porta al pari agonico degli olandesi.

Tagliafico: 6. Ordinato, forse anche troppo, l鈥檈x Independiente e Banfield. Giocatore sicuramente dalle caratteristiche pi霉 difensive e senza gli strappi di Acuna, che dovr脿 rilevare in semifinale. Minuti importanti per 鈥淭aglia鈥: con gli oranje ha solo assaggiato l鈥檃ria da battaglia che si vivr脿 con i croati.

Montiel: 7. Per un giocatore del River di Gallardo, presente sul campo del Bernabeu quel 9 di dicembre, giocare anche solo pochi minuti una partita cos矛 importante in un 9 di dicembre ha un sapore speciale. Gonzalo entra e non passa inosservato: si fa ammonire per veemenza (anche lui non ci sar脿 con la Croazia) ma soprattutto realizza con molta sicurezza uno dei rigori vincenti, il terzo, dopo due errori e una rete dell鈥橭landa, dando forse la mazzata decisiva nello spirito agli oranje.

Paredes: 7. Il regista juventino non sta benissimo fisicamente, altrimenti non avrebbe perso il posto da titolare che sembrava essere suo senza alcun dubbio fino alla sfida con l鈥橝rabia Saudita. Viene buttato nella mischia da Scaloni quando il livello di nervosismo 猫 altissimo e Leo non fa nulla per sedarlo, anzi, lo alimenta con una entrata rustica in scivolata su Ak茅 e una pallonata calciata immediatamente dopo verso la panchina olandese. Dopo che van Dijk lo manda per le terre con un semplice colpo di petto si d脿 una calmata, sveste i panni del 鈥渃anchero鈥, il guappo, entrato solo per 鈥渁rmar quilombo鈥, fare casino, e si mette a giocare dando l鈥檈nnesima dimostrazione del gruppo coeso creato da Scaloni dove tutti si sentono importanti. Segna con freddezza il secondo, pesantissimo, rigore nella serie di tiri dal dischetto e risponde 鈥減resente鈥 dopo qualche partita nel dimenticatoio.

Di Maria: 6,5. El Fideo entra solo al minuto 111 (ricordiamo che viene da uno stop ed 猫 sempre a rischio ricadute muscolari) ma si fa sentire a livello morale con i compagni pi霉 giovani che avranno pensato 鈥渙ltre a Leo c鈥櫭 anche Angel che la pu貌 decidere ora鈥. Prova a farlo alla sua maniera, 鈥渄e potrero鈥, provando il gol olimpico, direttamente dalla bandierina praticamente allo scadere dei 120鈥. Non va dal dischetto tra i 5 tiratori principali forse proprio per una condizione fisica e di conseguenza di fiducia non ottimale.

Martinez: 7,5. El Toro de Bahia Blanca incassa la terza panchina consecutiva dal 1鈥 ma si riesce forse a togliere un peso con il gol finale dal dischetto che consegna all鈥橝rgentina la semifinale mondiale. Ci aveva provato nei supplementari ma il muro erto da van Dijk prima e Noppert poi gli avevano negato la gioia del gol liberatorio in partita, che 猫 arrivato in un鈥檈splosione di gioia con l鈥檜ltimo dei tiri dal dischetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sar脿 pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Libertadores