0 3 minuti 1 mese

Appuntamento con la storia. Sono rimasti 180 minuti al Vélez per completare il sogno insperato alla vigilia e arrivare alla finalissima di Copa Libertadores 2022, eguagliando il famoso anno di grazia 1994, dove, l’equipo di Carlos Bianchi divenne immortale laureandosi addirittura campione di America – in cui oggi ricorre l’anniversario (!) – e successivamente, campeón de la Intercontinental contro il Milan di Sacchi. Sarà però impresa difficillisima aver la meglio dell’avversario che questa notte troverà sulla sua strada.

Di contro, scenderà in campo infatti il poderoso Flamengo de Rio de Janeiro, composto da jugadores absolutamente de jerarquia come Gabigol, De Arrascaeta, Pedro, Everton, Vidal, Felipe Luiz e tanti altri, abituato a certi scenari e voglioso di tornare in finale dopo la grande amarezza subìta l’anno scorso dai connazionali del Palmeiras a Montevideo.

Altro livello, considerando l’esperienza e i valori tecnici in campo, ma la squadra di Liniers ha comunque meritato l’approdo alle semifinali, eliminando il più quotato River agli ottavi e Talleres ai quarti grazie all’ordinata compattezza di squadra e alla sana ‘incoscienza giovanile’.

Il Veléz, unica squadra argentina ancora in competizione, è chiamato a due partite perfette nella doppia sfida delle semifinali. In scena stanotte, l’andata in casa all’Amalfitani, che per l’occasione non potrà ospitare tifosi nel settore superiore della gradinata sud, a causa della decisione disciplinare Conmebol e in seguito agli incidenti accaduti nell’andata del clasico argentino contro il Talleres.

Grande è la speranza nell’ambiente del Fortín nonostante l’assenza del difensore ex Inter, Godín, infortunato recentamente al ginocchio. E’ però aumentata la fiducia nelle ultime ora per il recupero di Lucas Pratto, di nuovo galvanizzato dopo il ritorno al gol contro l’Independiente. C’è grande fibrillazione nell’ambiente per la partita più importante del club delle ultime decadi e di certo, non mancherà la concentrazione e l’impegno da parte di tutti i giocatori, caratteristiche essenziali della gestione dello spogliatoio del Cacique Medina. Oltre, naturalmente, alla spinta del pubblico, dodicesimo uomo in campo e sempre generoso nel sostenere gli amati colori.

Comunque vada Vélez, será un verdadero exito. Diretta tv su Dazn a partire dalle 02:30, commento di Stefano Borghi.

Da parte nostra, un grandissimo Aguante Fortín!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Libertadores