0 2 minuti 6 mesi

Si fa allarmante la situazione al San Lorenzo. Poche settimane dopo l’elezione del nuovo presidente Marcelo Moretti avvenuta il 9 dicembre la nuova Comisión Directiva si è insediata e ha potuto constatare il reale degrado economico e sportivo della società. Aperti i libri contabili, Moretti si è trovato davanti ad una voragine non minimamente preventivabile alla vigilia.

Lo racconta lo stesso presidente in una intervista a Radio Mitre: “Si conosceva la situazione difficile del club ma la realtà supera di gran lunga la fantasia. Abbiamo inibizioni Fifa (debiti con società e calciatori), blocchi di natura economica e stipendi arretrati. Non hanno lasciato un sola maglietta nella sede, né un computer. Il San Lorenzo ha bisogno come oggi di 30 milioni di dollari per coprire l’ammontare debitorio. La domanda è: dove sono finiti i soldi? La situazione è allarmante. Tutto questo finirà davanti al tribunale. Tinelli e Lammens (ex presidente e vicepresidente) sono complici e responsabili di questa vergogna”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Libertadores