0 3 minuti 10 mesi

Nuove ‘buone nuove’ (argentine) arrivano anche dalla terza giornata di Copas. In Libertadores dopo il Racing anche il Boca ottiene la qualificazione come prima del girone. In Sudamericana primo posto assicurato per Defensa e Newells.

Boca Juniors (Arg)-Monagas (Ven) 4-0

Il Boca certifica la sua leadership nel gruppo F vincendo autorevolmente per 4-0 contro la ‘cenerentola’ Monagas, tenendo così a distanza i colombiani del Deportivo Pereira. La notte alla Bombonera inizia però col piede sbagliato perchè dopo appena 36 minuti il centrale xeneize Bruno Valdez si fa cacciare per doppio giallo. Ci pensa però l’esterno destro Weigandt a finalizzare un tiro/assist vagante in area di Payero, alla sua ultima partita in azul y oro.

Nella ripresa bastano solo 5 minuti per ristabilire l’equilibrio numerico a causa dell’espulsione dell’attaccante della squadra venezuelana, Abdiel Arroyo, sempre per doppia ammonizione. Da qui in avanti si fa in discesa per le aspettative dei 50.000 della Bombonera. confermato dal raddoppio del ‘ColoradoBarco (prima rete nei professionisti) e dalla doppietta di un redivivo Vasquez, che torna al gol dopo quasi un anno di digiuno. Missione compiuta Boca: larga vittoria per dimenticare l’ultima pessima prestazione in Liga e per affrontare da testa di serie gli ottavi di Copa Libertadores.

Defensa y Justicia (Arg)-MIllonarios (Col) 3-1

Notte di Copa da ricordare al Tito Tomaghello. Soprattutto per l’Uvita Nico Fernandez, che si porta a casa il pallone dopo una tripletta da urlo contro il Millonarios de Colombia. Il Defensa conclude così un girone da assoluto protagonista, terminando da capolista e accedendo direttamente agli ottavi di finale di Copa Sudamericana. Da segnalare l’ulltima partita con la camiseta dell’Halcón del portiere capitano, Ezequiel Unsain, in viaggio verso Nexaca, Messico.

Newells (Arg)-Audax Italiano (Cil) 1-1

Missione ‘Imbattibilità’ raggiunta per il Newells, che contro i cileni dell’Audax Italiano subisce lo svantaggio dei cileni ma poi risale la china e una sforbiciata clamorosa del difensore Armando Mendez nel recupero del recupero (90+7), ottenendo il meritato pari. La squadra del Gringo Heinze si regala così una prima parte di torneo da ricordare, qualificandosi gli ottavi di finale grazie al primato del gruppo E.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Libertadores