0 3 minuti 2 mesi

Il Boca torna alla vittoria e si riprende il primo posto provvisorio nella classifica della Liga Profesional. Decisivi la nuova leva Payero e il Pipa Benedetto, quest’ultimo di nuovoin rete dopo cinque turni.

Riprende la marcia del Boca verso lo sprint finale della Primera con una nuova vittoria dopo la gara sospesa di metà settimana scorsa. Grazie al successo per 2 a 1 il Xeneize riconquista la vetta provvisoria della tabla con una partita in meno, aspettando le risposte dal Cilindro de Avellaneda, dove, l’Atletico Tucumán questa notte dovrà rispondere nello scontro diretto contro il Racing Club.

I tre punti che ‘iludono’ a fine gara la Bombonera sono sostanzialmente meritati. La squadra di Ibarra non tarda ad accendere il pomeriggio argentino grazie all’ormai collaudato pibe Martin Payero, che sfrutta un errore difensivo di Mario Lopez e trafigge il portiere Devecchi con un preciso tiro da fuori area. Il vantaggio già all’undicesimo fa presagire la goleada, ma sarà invece il Tiburón cinque minuti dopo a castigare con l’ex Nico Valentini con un colpo di testa che si infila sul secondo palo di Rossi. Il pari frena i piani di gloria locali e induce gli azul y oro a pazientare nella costruzione offensiva. Che però non si esaurisce.

Darío Benedetto decide allora di caricarsi la squadra sulle spalle e si trasforma assoluto protagonista, dapprima segnando in posizione fuorigioco e successivamente ricevendo da Luca Langoni un intelligente ‘pelota de la muerte’ ad arco sguarnito. I sessentamila possono allora riprendere fiato e urlare nuovamente per il nuovo vantaggio, che alla lunga deciderà la delicata sfida.

Langoni e Benedetto: protagonisti dell’ottimo semestre.

Nalla ripresa il Boca controlla senza nuovi affanni un Tiburón che rende pericoloso con una conclusione in area di Cauteruccio, ma si assisterà ad una ordinaria amministrazione da parte degli undici di Ibarra, che cercano la gestione del match. Alla fine il risultato rimarrà invariato fino al novantacinquesimo: il Boca torna per una sera capolista in solitaria; l’Aldosivi vede sempre più vicino gli inferi della retrocessione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Libertadores