0 2 minuti 2 settimane

Si è giocata nella mette l’andata del quarto di finale di Copa Libertadores Vélez-Talleres. Cinque gol, tante emozioni e un ritorno ancora tutto ancora da scrivere.

Vélez-Talleres 3-2

Spettacolo puro all’Amalfitani. Nell’andata del Clásico argentino di Copa Libertadores si assiste alla vittoria del Vélez, che all’ultimo minuto trova il gol del sorpasso per il 3 a 2 finale su un Talleres, per nulla intimorito dinanzi a tanta pressione.

Inizia bene la squadra del Cacique Medina che si porta al sicuro andando sul doppio vantaggio tra primo e secondo tempo. La doppietta di testa di un Janson particolarmente inspirato, dà certezze concrete a un Fortín, legittimo padrone del gioco e delle manovre più pericolose della gara.

Fino agli ultimi dieci minuti, quando si scatena improvvisamente la T di Cordoba, che prima accorcia le distanze con Micheal Santos (80’) su conclusione ravvicinata e poi la pareggia con un’azione insistita sulla fascia di Catalan e finalizzata con la prodezza del nuovo entrato Garro (87’) che da fuori area la mette imparabilmente sotto la traversa.

Il Vélez non ci sta e ha la forza di reagire, tre minuti più tardi (90’), con il giovane classe 2004 Julián Fernandez, al suo primo gol in assoluto nella competizione, che fa esplodere letteralmente l’Amalfitani e decide l’andata dei quarti.

Termina 3-2, col prezioso vantaggio Vélez, ma termina con la consapevolezza che tra sette giorni assisteremo ad un’altra prova spettacolare tra due squadre, che puntano senza timore alla vittoria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Libertadores