0 7 minuti 2 settimane

L’undicesimo turno di Primera División argentina sentenzia sostanzialmente una verita: River e Boca ancora non sono mature per lottare per il titolo. Ne approfitta a sorpresa l’Atletico Tucumán, che mette la sesta (vittoria consecutiva) e fugge portandosi a +4 dal Gimnasia secondo.

San Lorenzo e Independiente tornano a vincere mentre il Racing Club sciupa l’ennesima occasione. Señoras y señores, el campeonato más loco del mundo.

In classifica della Primera avanza inesorabile il Decano che sa solo vincere. Boca e River a dieci punti dalla vetta, mentre è grande il rammarico del Racing, che viene raggiunto nel finale.

Racing Club-Tigre 3-3

Sembrava fatta, per una volta. Vincere, convincere e salire in seconda posizione solitaria. Niente di tutto questo, il Racing si scopre per l’ennesima volta squadra incompiuta, incapace di dare la netta sterzata al semestre. In doppio vantaggio per due volte (2-0 e 3-1) la Academia non riesce a garantirsi una vittoria abbastanza logica secondo l’andamento della partita, subendo il ritorno del Matador e pareggiando una partita già vinta. Colpa di Gago che non riesce trasmettere la giusta mentalità o del Chila Gómez, il portiere che commette una ingenuità colossale? Alla fine, rimarrà il rammarico di essere ad un passo dalla metà, ma la consolazione che ancora non c’è un assoluto dominatore del campionato. Escludendo l’Atletico Tucumán.

River Plate-Sarmiento 1-2

Giochi di luci, fumogeni biancorossi e tanta voglia tornare a gioire in casa. L’emozionometro del Monumental va ai massimi livelli dopo che il club decide di mostrare i progressi significativi dei lavori dell’attuale, ora sì, Más Monumental. Non si vedranno purtroppo i progressi di gioco della Banda che tornerà ‘improduttiva’ dopo la sbornia di Mar del Plata. Due punte in attacco ma in sostanza mai servite; 28 tiri totali ma solo 4 nello specchio della porta. Si potrebbe riassumere così l’ennesima delusione di una squadra che rimane in assedio per 70 minuti ai limiti dell’area ma che riesce a subìre due gol.

“Non siamo ancora riusciti a trovare quella regolarità che stiamo cercando. Questo mi dà molto fastidio” ammette Gallardo al termine della gara. “Oggi c’era la possibilità di ridurre le distanze con quelli davanti e questo ci dà rabbia”.

Argentinos Jrs-San Lorenzo 0-1

“Ero in Slovenia in visita dai miei parenti quando all’improvviso mi ha chiamato il San Lorenzo. Impossibile dire no a un club del genere, anche se non era mia priorità tornare in Argentina” rivela il nuovo attaccante esloveno del Ciclón, Volembar, autore del gol decisivo contro l’Argentinos a La Paternal. Sono arrivato lunedì e ho fatto il primo allenamento e in verità da lì è stata una settimana incredibile” racconta Andrés. “E poi la partita.. entro all’87’ e la palla va in rete tre minuti dopo. Tutto pazzesco. Mia sorella infiltrata a La Paternal esulta e tutti la guardano male. È stato decisamente un debutto da sogno.” Questa è il bel racconto di un ragazzo che in tre minuti è entrato nei cuori dei tifosi segnando il terzo gol più rapido della storia del club. Come si dice predestinato in sloveno?

Colón-Independiente 0-3

Sarà l’improvvisa renuncia del presidente Hugo Moyano di candidarsi alle prossime elezioni, sarà l’arrivo del Pelusa Falcioni alla guida della prima squadra o forse la reazione della squadra dopo le ultime -innumerevoli- sconfitte. Fatto è che sotto la direzione del traghettatore Serrizuela (1/1, 100% rendimento) il Rey de Copas sorprende tutti e con una prova di orgoglio riesce a vincere e a strappare la maledizione della mala racha. Importante scossa del plantel agli avvenimenti del Rojo extra calcistici. Sarà di nuovo Falcioni a tirare avanti la barca verso un equilibrio mentale/tattico invocato da tutti, nell’attesa che là fuori, la burrasca finisca al più presto.

Patronato-Boca Juniors 3-0

Settimana di pace quando si vince, settimana di inferno quando si perde. Funziona così la vita dei tifosi Xeneize nell’ennesima stagione travagliata del Boca. Oltre alla preoccupante nulla cosmico’ mostrato nella trasferta di Paraná, c’è pure da registrare l’ennesima polemica tra Consejo de Boca e agenti di giocatori nelle trattative di rinnovo. È il caso di Agustin Rossi, portiere para rigori, ormai irremediablemente in rotta di collisione con la società. ‘Gli abbiamo offerto il miglior contratto di tutta la squadra’ dice la dirigenza, ‘è falsità, siamo pronti a mostrare la proposta pubblicamente’ dice l’agente. Tutto nella settimana d’inferno. Secondo i complicati algoritmi la prossima dovrebbe essere quella della tranquillità. Mai dire mai al Boca Juniors.

Altri campi

La sorpresa del campionato Decano non smette di stupire. Steso anche il Newell’s Old Boys!

Duro ritorno alla realtà per Tevez che subisce una lezione (0-3) dal Central Cordoba del neo Dt Balbo. Eccezionale il gol di Metilli che apre la partita.

Momenti di paura per le sorti di Escobar, giocar Lanús che perde conoscenza dopo lo scotro di teste con Cazal. Entra l’ambulanza in campo ma poi il granate rinverrà naturalmente per il sollievo di tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Libertadores