0 6 minuti 2 anni

Torna l’appuntamento continentale delle eliminatorie, le qualificazioni sudamericane al mundial di Qatar 2022, dopo quasi un anno. Finalmente.

CONVOCATI. Doppio appuntamento per la nazionale albiceleste che ritorna a giocare dopo le ultime amichevoli di novembre 2019. Nella notte italiana di giovedì affronterà alla Bombonera l’Ecuador di Gustavo Alfaro, mentre martedì sarà trasferta in Bolivia per le prime giornate di qualificazioni mondiali. La Seleccion Argentina riparte dalle certezze ma non disdegna le new entry, come da tradizione di Scaloni. Confermato lo zoccolo duro del DT, sono stati chiamati anche novità importanti come Emiliano Martinez, Facundo Medina, Nehuel Perez, Salvio e il Papu Gómez, come ricompensa del loro periodo straordinario. Come dire, nella Seleccion gli esperimenti non finiscono mai.

https://pbs.twimg.com/media/EjgDPwZWoAI256x?format=jpg&name=medium
I convocati per Ecuador e Bolivia

Confermati anche i giovani MacAllister, Nico Domínguez, Giovanni Simeone. Qualche sorpresa ha destato il ritorno dei giocatori del campionato nazionale. Andrada, Armani, Martinez Quarta, Montiel e Salvio sono le novita rispetto alla lista preliminare di due settimane fa. Fuori per indispobilità Kannemann, Saravia, Musso, Pezzella e il Kun. Per Di María l’esclusione è tecnica, anche se Scaloni ha messo le mani avanti parlando di porte aperte a tutti. La vera sorpresa, come detto, è il Papu Gómez, giustamente convocato dopo le recenti prestazioni a dir poco sontuose nell’Atalanta. Riflettori puntati -e non poteva essere altrimenti- anche per Messi dopo la tormentata estate appena trascorsa. Gli impegni non destano particolari preoccupazione, ma ne parleremo più avanti.

REWIND . Sono trascorsi undici mesi dall’ultima apparizione della Selección Argentina, prima dello scoppio della pandemia da COVID 19. Era il 18 novembre del 2019 quando la Selección guidata da Lio Scaloni pareggiava in amichevole contro l’Uruguay in una partita scoppiettante. Soli pochi mesi dopo sarebbe iniziato l’incubo.

https://i.imgur.com/Uog6vRd.jpg
I convocati di Scaloni per la doppia amichevole

SUPERCLASICOS. Tre giorni prima però era andato in scena il Superclasico ‘mayor’ tra Brasile e Argentina. Davvero altri tempi considerando il tifo caloroso dei tifosi negli spalti nella calda Ryad, alla lettura delle due formazioni e al delirio collettivo nell’accoglienza del pulga. Se dal fronte brasiliano mancava Neymar, in casa albiceleste tornava in nazionale Leo Messi, dopo la squalifica di tre mesi dalla nefasta Copa America, giocata in Brasile.

Selección Argentina 🇦🇷 on Twitter: "#SelecciónMayor Estos son los 11  titulares de la @Argentina 🇦🇷 para enfrentar a Brasil.… "

L’Argentina si schierava con il classico 4-3-3 di Scaloni. Difendeva la porta Andrada, che sostituiva Armani infortunato; la difesa era composta da Foyth, Otamendi, Pezzella e Tagliafico. A centrocampo Paredes, De Paul e Lo Celso e davanti Messi, Lautaro e Ocampos, grande protagonista qualche mese prima nell’amichevole contro la Germania. Quel 15 novembre, quasi un anno fa, c’era anche un altro avvenimento da ricordare: il compleanno di Dybala (26). Terminerà 1-0 per l’Argentina grazie al gol di Messi, che sulla ribattuta di Allison (su rigore dello stesso Lio), appoggiava in rete.

ISRAELE. Tre giorni dopo si assiste a un traumatico flashback. Gli organizzatori riprovano a far giocare l’Argentina in terra di Israele dopo la cancellazione dell’amichevole pre mondiale dell’anno prima, ma il contesto rimane lo stesso. A seguito di efferatezze dell’esercito israeliano, come rappresaglia, razzi palestinesi colpiscono città israeliane nella striscia di Gaza e nella regione del Gush Dan.

La partita è più in bilico che mai e dopo un accordo segreto tra le due parti, (si parla di mediazioni FIFA attraverso servizi segreti per un ‘cessate il fuoco’ temporaneo), si può giocare a Tel Aviv. Scaloni fa un po’ di turnover, provando la stesso 4-3-3 e inserendo Saravia al posto di Foyth, Acuña per Lo Celso, Dybala per Lautaro e Agüero per Ocampos. La partita diventa frizzante dopo l’azione CavaniSuárez tramutata in gol dall’incornata del pistolero. Nella ripresa el kun trova il pareggio ma el matador uruguayo fa 2-1. Ci vorrà il rigore a tempo scaduto (93’) di Messi per ristabilirne l’equilibrio finale.

Formaciones oficiales amistoso Argentina - Uruguay en Israel - AS Argentina

DOPPIA FECHA. Dopo quasi un anno di astinenza, giovedì notte la Selección tornerà a giocare nel primo del duplice impegno delle qualificazioni mondiali Qatar 2022. L’Argentina se la dovrà vedere contro il nuovo Ecuador del lechuga Alfaro, al suo primo ritorno ufficiale nella sua Bombonera. Tre giorni dopo bisognerà salire in altura a La Paz (3.600m) dove l’Albiceleste affronterà la Bolivia, in un contesto interno tutt’altro che sereno. È noto ormai lo scontro di alcune società come il Club Deportivo Oriente Petrolero e la federazione boliviana su temi politici/di potere del calcio locale. Addirittura tramite comunicato stampa il club ha richiamato i propri giocatori dal ritiro della Selección, provocando l’ira anche del Governo nazionale. Braccio di ferro.

Appuntamento a Giovedì notte (h. 02:30) per Argentina vs Ecuador e a martedì 13/10 (h. 22:00) per Bolivia vs Argentina, auspicandoci innanzitutto , che possa essere l’inizio di una normalità attualmente perduta.


calcioargentino.it

0 commenti su “Bentornata Selección Argentina!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Libertadores