La final del mundo (almeno così ci dicono)

La final del mundo (almeno così ci dicono)

Dicembre 8, 2018 15 Di calcioargentino.it

Ci hanno detto che si gioca domani, ma non ci crediamo.

Ci hanno detto che ormai è questione di poche ore e sarà Superfinale, ma siamo restii a crederlo.

Dopo tutto quello ci hanno detto, dopo tutto quello che hanno fatto ma soprattutto dopo quello che abbiamo passato, dovremmo avere ancora un briciolo di speranza?

Sono state due settimane dove la follia ha regnato incontrastata, alimentata tra comunicati stampa, patti tra gentiluomini, ricorsi, controricorsi ..fino al colpo di scena finale, degno di un classico di Agatha Christie: “Si gioca si gioca, non vi preoccupate, la situazione è sotto controllo (ahah che pensavate) si gioca si gioca, ma a Madrid

Cos? Dov? In Europ? (per continuare il ritmo). Certo, un campo neutro in Sudamerica non si è trovato. In realtà era disponibile un campo da calciotto vicino a S. Isidro, ma la Conmebol lo ha bocciato per la mancanza della sala Var.

A parte gli scherzi farli andare a Madrid (i tifosi di River e Boca) appare sempre di più come una carognata, considerando anche il fatto che in Argentina vige una grave crisi economica con un’inflazione oltre il 50%. Immaginate voi un abbonato che con fatica è riuscito a comprare un biglietto al Monumental e il giorno dopo gli dicono: Ne devi comprarne un altro più caro assieme a un biglietto aereo di 12 ore di volo per Madrid.. Vi sembra tutto normale?

Francamente se in questi giorni delle scimmie aliene si fossero impossesate delle identità di D’Onofrio (River), Angelici (Boca) e Domínguez (Conmebol), di certo non ne saremmo stupiti..

Ma è il fascino della Libertadores, del Sudamerica, del Superclasico più importante di sempre, del tutto o niente, delle polemiche infinite e della gloria perenne  ..anzi per G.