0 2 minuti 11 mesi

Sembra quasi del tutto compromessa la situazione di Sebastián Villa, attaccante del Club Atlético Boca Juniors, dopo la sentenza pronunciata dal tribunale di Lomas de Zamora in merito alla denuncia di violenza di genere avviata dall’ex compagna Daniela Cortés. Condannato a due anni e un mese di reclusione (con esecuzione condizionale) per essere l’autore responsabile dei reati di lesioni lievi e minacce aggravate, è stato escluso ‘temporaneamente’ dal club xeneize fino a sentenza definitiva.

Questo il comunicato stampa del club in seguito alla vicenda. “Nel giorno di oggi e prima dell’evento di pubblico dominio, la Comisión Directiva del CABJ si è riunita d’urgenza, adottando all’unanimità la decisione che di seguito viene comunicata.
Opportunamente, il club ha reso pubblica la propria posizione per sottoporre la questione alla giustizia a tutela delle corrispondenti garanzie costituzionali ed in attesa dell’emanazione dei rispettivi pronunciamenti.
Conseguentemente, nel caso di specie, alla luce della non definitiva condanna emessa nei confronti del calciatore dell’ente Sebastián Villa, il CABJ comunica che, a partire da tale data, il giocatore non parteciperà alle convocazioni per le competizioni della prima squadra di calcio maschile professionistica fino alla definitiva sentenza giudiziale, fermo restando i provvedimenti adottati in conseguenza che saranno tempestivamente comunicati”.

Appare dunque quasi del tutto compromessa la carriera del giocatore colombiano. Gli avvocati del club hanno annunciato ricorso in appello contro la condanna. Nel frattempo, il giocatore rimarrà fuori rosa fino a nuova sentenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Libertadores