0 3 minuti 11 mesi

Prove tecniche di disgelo tra la AFA del Claudio ‘Chiqui’ Tapia e il River Plate dopo le diatribe dei mesi scorsi. La visibilità del club nelle celebrazioni di Messi e compagni per un nuovo riavvicinamento politico in Federazione.

E’ stato un grande successo la notte di festeggiamenti consumata al Más Monumental giovedì notte al termine dell’amichevole contro Panama. Più di 80.000 tifosi hanno riempito le tribune dello stadio di Nuñez regalando un’altra notte magica alla Selección Argentina e accompagnando con grande entusiasmo ogni singolo minuto dell’evento, divenuto virale in tutto il mondo. Al Monumental, casa del River.

Le soddisfazioni da parte federale hanno trovato conferme dopo il successo dell’intera manifestazione, sottolineato dal tweet social dello stesso presidentissimo Tapia, che ringraziava pubblicamente il club di Nuñez, definendo il Monumentalcasa della Selección’. Di certo, il ristrutturato impianto millonario è quanto di meglio possa offrire l’Argentina futbolera in termini di capienza e modernità in questo momento. Sembra dunque scontato l’apprezzamento da parte della Federcalcio argentina quando la Selección campeón del mundo viene accolta in un contesto di locura total come quella vissuta nei giorni scorsi.

Ma se poi due giorni dopo, l’Argentina di Messi si trova ad affrontare in esclusiva e in via del tutto eccezionale -nel feudo riverplatense della cancha del Defensores de Belgrano– la squadra del River Plate in amichevole, allora appare chiaro il nuovo piano politico di Tapia. Una doppia concessione del genere al Más Grande in questi termini significa solo una cosa: la AFA vuole governare anche con il consenso del River. É questo il piccolo omaggio verso il presidente della Institución, Jorge Brito, dopo il raffreddamento dei rapporti tra club di Nuñez e Federazione dei mesi scorsi. La palla della riconciliazione passa al River.

Una flamante stagione sta per giocarsi sui tavoli della Federazione, con il River, che potrebbe esercitare un ruolo da nuovo protagonista. Bisognerà, inoltre, vedere come si muoverà el Chiqui per addolcire il malcontento Boca di questi giorni dopo la l’enorme ‘pubblicità gratuita’ al club rivale.

Ma stiano parlando di Tapia, señores, l’influencer più famoso di Argentina, l’uomo dai mille escamotages politici. Qualcosa pur si inventerà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Libertadores