0 2 minuti 4 settimane

Nuovo ‘sgarbo’ politico del River Plate al presidente AFA, Chiqui Tapia. Al Comitato Esecutivo era vuota solo una sedia: quella del Millonario.

E’ giallo dopo l’assenza del River Plate nell’assemblea del Comitato Esecutivo Afa ad Ezeiza. Durante il congresso federale, dove è stato deliberato il programma sportivo del 2023, la sedia del River era l’unica vuota della sala. Dettaglio ripreso e sottolineato anche dalla relativa nota divulgata dalla Liga Profesional de futbol, sottoposto della più ben potente Federazione: ‘L’unico club assente all’assemblea è stato il River Plate.’

Fonti vicine al club spegnerebbero però ogni tipo di polemica, giustificando la mancanza di rappresentanti a causa di problematiche logistiche e organizzative per il presunto poco preavviso dell’assemblea stessa. Appare chiara, però, la posizione del Millonario nei confronti di una Federazione gestita da Tapia, da sempre ritenuta ostile e ‘bostera‘ fin dai tempi del ‘Don Julio Grondona‘, incapace ora di gestire -e snellire- il ‘sistema Primera’ del calcio argentino. Sembra poi giunto al culmine lo scontro frontale con la classe arbitrale gestita dal capo arbitri Federico Beligoy – ma sotto la protezione della stessa federazione-, oggetto di pesanti accuse nel corso dell’ultimo campionato anche dal carismatico Marcelo Gallardo.

Rimanendo al di fuori delle decisioni importanti della Federazione, secondo alcuni periodistas, si andrebbe però ulteriormente ad indebolire il poco peso istituzionale che attualmente il club detiene all’interno della ‘casta’. Restano da vedere le prossime mosse politiche di Jorge Brito -presidente River- che sembra però determinato a fare opposizione anche nel futuro prossimo. Nonostante il riavvicinamento datato 2020 con la nascita della Liga Profesional la frattura con Tapia continua ad esistere, inutile negarlo. E lo dimostrano i soli 40 chilometri che intercorrono da Nuñez al Predio AFA: possibile non trovare qualcuno da mandare in Federazione in taxi nonostante il poco preavviso?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Libertadores