0 3 minuti 2 settimane

74 giorni dopo il Trofeo de Campeónes il futbol argentino riparte con la prima attesa finale del semestre 2022. A contendersela, Boca e Racing. Per l’ennesima battaglia tra i due club.

Nel primo appuntamento stagionale del futbol argentino Racing Club e Boca Juniors si affronteranno questo pomeriggio (16:30 italiane) allo stadio neutro Al Ain di Abu Dhabi per la Supercopa Internacional, la nuova copa nacional messa in palio dalla AFA tra la vincitrice della Primera División e la prima della classe nella speciale classifica promedio annuale del 2022.

C’è grande attesa per due club che hanno lottato senza eslusione di colpi nel secondo semestre 2022, tra Primera e Trofeo de Campeones. Una rivalità molto sentita tra gli equipos di Ibarra e Gago (come dimenticare i dieci espulsi dell’ultimo incrocio) che lotteranno nuovamente per la prima stella dell’anno 2023.

Ma come ci arrivano a questo importante appuntamento Boca e Racing?

Boca Juniors

Il Boca è reduce da un doppio 0-0 nella pretemporada contro Independiente ed Everton viña del Mar ed è alle prese con il dilemma portiere. Agustin Rossi ha già le valigie pronte per Río de Janeiro (Flamengo), ma risulta ancora in rosa a a causa del recente infortunio occorso al titolare Chiqui Romero. Dal primo minuto dovrebbe però scendere in campo Javier García, ex della gara per i suoi trascorsi racinguistas.

Dal mercato è arrivato un difensore centrale, Bruno Valdez, ma la società dovrà fare gli straordinari per coprire le indisponibilità di Figal e Rojo e il posto lasciato vuoto da Zambrano. Saranno Roncaglia e il terzino Sandez -spostato al centro per l’emergenza-, ad occuparsi della linea offensiva del Racing. Nelle fasce, i titolarissimi Advincula e Fabra, mentre nel consueto centrocampo a tre è favorito il trio Varela-Pol Fernandez-Ramirez, che supporterà il tridente formato da Briasco/ Benedetto e Villa.

La Supercopa Internacional

Racing Club

Nel Racing Club c’è curiosità dopo la scommessa milionaria di Juan Nardoni, centrocampista classe 2002 dalle belle speranze, prelevato dalla Unión de Santa Fé per sopperire al vuoto lasciato da Carlos Alcaraz, volato a Southampton. Ma è scoppiato l’entusiasmo dopo il ritorno di Maxi Moralez che ha deciso di rivestire i colori albicelestes dopo tredici anni dall’ultima volta.

Il Racing è reduce da una preparazione culminata da due pareggi (1-1 vs. Colo Colo e 0-0 vs. Bolivar) e dalla vittoria contro lo stesso congiunto boliviano (3-0). In porta ritorna Arias, davanti alla linea difensiva a 4 formata da Opazo/Pillud/Insuá/Piovi. Centrocampo composto da Moralez-Nardoni/Moreno e Gómez, mentre il tridente sarà Hauche-Oroz/Maxi Romero e Carbonero.

Arbitrerà Fernando Rapallini, arbitro ‘mondiale’, ma protagonista della controversa Racing-Boca della stagione scorsa. In caso di parità nei novanta minuti, tempi supplementari e calci di rigore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Libertadores