0 3 minuti 2 mesi

Nella tredicesima giornata di Primera División termina 0 a 0 tra Racing Club e Boca Juniors. La sfida, che si preannunciava delicata in ottica riavvicinamento alla vetta, si conferma spettacolare e piena di colpi di scena. Fino all’ultimo secondo.

Partita intensissima di emozioni al CIlindro de Avellaneda. Il Clásico tra Racing e Boca esaudisce ampiamente le attese della previa, regalando novanta minuti da infarto per entrambe le compagini. Il rammarico più grande è del Racing, superiore tutto e per tutto rispetto agli avversari, che non riesce a concretizzare le numerose occasioni anche a causa anche della magnifica prestazione del portiere Agustin Rossi, autentica figura del partido.

Nel primo tempo inizia il monologo della squadra di Gago che inizia a martellare sui fianchi il Xeneize creando occasioni su occasioni. Il Boca appare inerme e impotente di fronte a tanta pressione e non si nota neanche il ritorno del Pipa Darío Benedetto, di nuovo in campo dopo la recente indisposizione. Lolo Miranda, Rojas e Alcaraz restano con il grido strozzato in gola dopo i miracoli a ripetizione dell’arquero bostero Rossi, in serata di grazia nonostante le polemiche del mancato rinnovo.

Nella ripresa Ibarra cerca di modificare l’assetto, ma nemmeno i cambi di Medina e Vasquez riescono a dare alla squadra un atteggiamento diverso. Man mano che passano i minuti si esaurisce però la benzina del Acadé ed esce allo scoperto il Boca, che inizia a guadagnare metri in mezzo al campo. Si nota specialmente l’attitudine di Medina che inizia a rendersi pericoloso da fuori area, ma anche il portiere Arias (di ritorno dal lungo infortunio) risponde alla grande, sventando diverse occasioni degne di nota. Al 95′ l’occasione più limpida della partita arriva dai piedi di Franck Fabra, ma il suo tiro, destinato in rete, viene prodigiosamente neutralizzato sulla linea di porta dal giovane terzino Mura. Incredibile!

Riavvolgendo però il nastro dell’azione ci si accorge come il difensore Gomez, cadendo in area, tocchi nettamente la palla con la mano. Si innescano subito le proteste azul y oro, ma nè l’arbitro Rapallini nè la sala VAR concederanno il penal a favore del Boca. Termina con un punto a testa, con tanti rimpianti Racing e tante polemiche in casa Boca.

Prossimo appuntamento per l’Academia, giovedì notte contro il Banfiend per il turno infrasettimanale. Il Boca invece ospiterà il Rosario Central di Carlitos Tevez mercoledì notte alla Bombonera, per una accoglienza che avrà un sapore speciale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Libertadores