0 4 minuti 2 mesi

Settimana impegnativa quella vissuta dal punto di vista emozionale dagli argentini (e non) tifosi della Selecci贸n.

Da marted矛 22 novembre alle 7 di mattina fino alle 18 di mercoled矛 30, orari di Buenos Aires, los hinchas dell鈥Albiceleste hanno provato sentimenti contrastanti in pochi giorni, con la fiducia sempre al massimo ma con un 鈥golpe durismo鈥, come lo hanno definito Scaloni e Messi su tutti, da gestire e il crollo drastico e inatteso delle convinzioni acquisite con la vittoria della Coppa America e della Finalissima, l鈥檃gevole qualificazione al mondiale qatariota e la striscia di 36 risultati utili consecutivi.

La sconfitta con l鈥Arabia Saudita e i giorni successivi sono stati duri, per la squadra e tutta la delegazione ma soprattutto per i tifosi. La smania di tornare in campo era tanta, per dimostrare al mondo che lo scivolone fragoroso con i sauditi fosse solo un incidente di percorso, un semplice tamponamento per l鈥檃matissima Scaloneta sulla 鈥ruta mundial鈥 con danni riparabili e una lezione preziosa in dono. Un paese intero in apnea per tre lunghissimi giorni tra discussioni su cambi di interpreti e invocato cambio, o meglio semplice ritorno, agli automatismi vincenti affinati nell鈥檜ltimo anno e mezzo.

La partita con il Messico, nel caldo sabato pomeriggio argentino, sembra il continuo del maxi-recupero comminato nella sfida con i (quasi) padroni di casa. L鈥檃pnea finisce, in un鈥檈splosione di gioia e abbondante rilascio di serotonina, al minuto 64 della contesa con i centramericani. Sull鈥檃sse rosarino arrivano i pezzi di ricambio per una Scaloneta incidentata nel bel mezzo del deserto: come spesso accade li porta Leo, con l鈥檃iuto del fid(e)o Angel.

Sono tornati quelli delle 36 partite imbattuti? Non ancora, manca un po鈥 di benzina per riportare il galleggiante su, per far traboccare il serbatoio di convinzione, la stessa di Carlos Salvador Bilardo manifestata in uno studio televisivo un anno prima della consacrazione mondiale di Citt脿 del Messico e divenuta leggenda, manifesto del 鈥bilardismo鈥 con il suo 鈥yo no soy perdedor, yo soy ganador鈥.

Ma qual 猫 la benzina della Selecci贸n? La convinzione nei propri mezzi, al di l脿 delle prestazioni e prodezze di Messi. La rete bellissima di Enzo Fernandez su passaggio di Leo e i due gol che in un bel mercoled矛 pomeriggio di caldo nell鈥Interior stendono la Polonia (Molina per MacAllister e Fernandez per Alvarez) sembrano dire al gran capitano 鈥tranquillo Leo, anche se sei in serata no, con il rigore sbagliato e qualche passaggio errato o non effettuato, possiamo pensarci noi pibes鈥

Sicuramente c鈥櫭 qualcuno che fino ad ora non ha brillato: De Paul, Paredes, Guido Rodriguez e Lautaro Martinez su tutti. Molti tifosi pongono l鈥檃ccento sull鈥檕ttima difesa; 鈥nos patearon tres veces al arco en tres partidos鈥, il che 猫 vero con i due gol sauditi e la punizione di Vega con la parata plastica in tuffo del Dibu Martinez. La benzina c鈥櫭, i danni sono stati riparati, l鈥檃llenatore-autista 猫 sempre pi霉 convinto delle sue scelte e dello staff che lo circonda: la Scaloneta 猫 pronta per la sfida all鈥Australia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sar脿 pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Libertadores