0 3 minuti 3 mesi

Tifo violento e guerre interne per il potere. Si rialza preoccupantemente il livello di allerta attorno al delicato fenomeno dei barrabravas.

Non accenna a diminuire in Argentina la tensione sullo scottante tema dei barrabravas. Dopo le recenti violenze nell’ambiente River il futbol argentino si misura con la nuova l’escalation all’interno della tifoseria sabalera del Colón.

Scontri tra tifoserie? No. Si tratterebbe nuovamente di una faida interna, questa volta nella Barra del Colón, a causare i violenti scontri accaduti negli ultimi giorni a Santa Fé. E il motivo è sempre quello; lo spaccio di droga e il controllo di affari illeciti extracalcistici all’interno del tifo più violento. Da una parte la fazione storica dei ‘Los de Siempre’ e dall’altra la rampante e dissidente ‘La Negrada’, intenta a prendere il controllo del potere.

Già separati in settori dello stadio (Lo de Siempre curva nord, La Negrada curva sud) i due gruppi sono entrati in collisione fisicamente nella recente partita interna contro l’Aldosivi, dopo che quest’ultimi hanno fatto irruzione in un settore ‘neutro’ (parte inferiore della tribuna est), cercando di bruciare un drappo con il nome dei rivali e minacciando i presenti con arme bianche. Da qui, le scene di panico e le corride che i tifosi hanno dovuto subire. Il club ha sporto denuncia alla polizia che subito si è fatta carico della vicenda.

Ma in occasione della sfida Libertadores con il Peñarol la situazione è palesemente degenerata. Impossibilitati ad entrare al Estadio Brigadier Stanislao in seguito a un’ordinanza giudiziale, alcuni affiliati de La Negrada prima del match hanno aspettato i rivali barras e subito ne è nato un conflitto con la polizia che cercava di sgomberare l’appostamento. Tre feriti da arma da fuoco è il bilancio dell’agguato, per una guerra tra bande che non accenna a diminuire di intensità.

Questi eventi non hanno nulla a che vedere con lo sport” ha dichiarato il governatore di Santa Fé, Omar Perotti. “Bisogna agire con la massima fermezza per trovare le cause di questo grave evento. Serve un lavoro molto serio in sinergia con il club, in ogni quartiere. Bisogna abbassare i livelli di tensione”.

Questa la situazione caldissima che si respira nel tifo più profondo rojinigro. Va detto che la maggior parte dei tifosi, esasperati ed estranei alle suddette vicende di cronaca hanno condannato fermamente la situazione, ormai ai limiti dell’anarchia all’interno dell’impianto. Sono attesi importanti sviluppi sulla vicenda nei prossimi giorni.

.


calcioargentino.it

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è cropped-cropped-filigrana-1-1.png

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Libertadores