0 4 minuti 1 anno

Guadagna un solo punto il River, che continua unico puntero in Primera Division. Partita complicata a La Plata, con l’Estudiantes che dà filo da torcere.

Gran partita ieri notte al Nuevo Hirschi dove Estudiantes e River hanno dato vita a una partita combattuta nel posticipo della 19^ giornata. Termina 1 a 1 un incontro dove è prevalso il sostanziale equilibrio tra le due squadre. Con questo risultato, il Millonario aggiunge un tasssello alla conquista del titolo, ma riduce il vantaggio sulla seconda Talleres, che vince contro l’Huracan e guadagna due punti. La differenza è ora di sette punti dalla T inseguitrice, a sei giornate dal termine.

Estudiantes la Plata contro River Plate non è partita mai banale e lo dimostra subito l’avvio frizzante. Il Millo inizia a prendere le redini del possesso, anche se è il Pincha che si fa pericoloso per primo con un tiro di Godoy che Armani neutralizza con i piedi. La Banda continua a macinare gioco e si fa vedere dalle parti di Andujar con Fernandez e Alvarez, ma soprattutto con Rojas, che sblocca il risultato incornando di testa sugli sviluppi di un angolo, pochi instanti prima della fine del primo tempo. E’ il vantaggio meritato per Gallardo, che inizia ad assaporare la nona sinfonia consecutiva.

La ripresa inizia come non te l’aspetti. Svirgolata clamorosa di Enzo Perez sulla trequarti difensiva, errore di testa di Martinez e gran assist di Del Prete a Leandro Diaz, che a tu per tu con Armani non perdona. Il pareggio dei padroni di casa fa letteralmente esplodere La Plata e infonde nuovo coraggio agli uomini del ‘ruso’ Zielinsky. L’Estudiantes ora ci crede e va vicino al vantaggio con lo stesso Diaz, ma soprattutto con Agustin Rogel che impegna il portiere millonario in un intervento che ha del miracoloso.

La partita diventa apertissima ad ogni tipo di risultato e le due squadre che non si risparmiano. Il River si rifà vivo dalle parti di Andujar con Braian Romero che spreca malamente un gran invito di Julian Alvarez. Ma sarà di Apaolaza l’ultimo brivido della partita, con un tirazo da fuori area che sfiora l’incrocio dei pali alla destra di Armani.

E’ l’ultimo sussulto, perchè l’arbitro Pitana fischia la fine del match. Termina con un pareggio il posticipo domenicale, che in definitiva, accontenta entrambi gli equipos. Marcello Gallardo esce indenne dal ‘traumatico‘ confronto con Ricardo Zielinsky, da sempre ‘bestia nera’ del Muñeco. L’Estudiantes invece, continua la corsa alle qualificazioni alle Copas.

Grandi speranze da parte River per il proseguo di campionato, che però si preannuncia pieno di insidie. Saranno nell’ordine: Patronato, Platense, Racing, Rosario Central, Defensa y Justicia e Atletico Tucuman gli ostacoli per la conquista del titolo nazionale del River, oltre al gruzzoletto di sette punti di vantaggio. Finale già scontato?


calcioargentino.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Libertadores