0 4 minuti 7 mesi

Un’altra prova ‘aplastante’ della Banda di Gallardo che non fa sconti al Colón. 4-0 senza appello e una nuova Copa in bacheca. Alvarez, figura del partido, è devastante.

Non c’è storia a Santiago del Estero. Julian Alvarez decide personalmente la finale contro il Colón, consegnando al River il Trofeo de Campeones grazie alla sua sublime prestazione con doppietta annessa. Il River Plate diventa così il super campeón de Argentina del 2021, con Gallardo che alza il 14° trofeo della sua personale bacheca.

Ma andiamo con ordine. C’è grande attesa per la finalissima tra il Colón, vincente della Copa de la Liga, e il River, campione della Primera. Soprattutto c’è grande curiosità di rivedere di nuovo in panchina Gallardo, dopo la volontà recente di rimanere nelle file del Millo, oltre che, ammirare probabilmente per l’ultima volta Julian Alvarez, in procinto di spiccare il volo verso nuove prestigiose destinazione. E non delude assolutamente le attese l’araña, che dopo quaranta minuti nervosi e spigolosi, decide di sbloccare la partita segnando di oppurtunismo come solo lui sa fare. E’ l’1 a 0 che di fatto ‘spacca’ la partita.

Se in precedenza si era notato solo a tratti, nella ripresa è un assoluto Alvarez show. Il nueve trova nuovi spazi e giocate che mettono inevitabilmente al tappeto i sogni e le speranze dei numerosi tifosi arrivati da Santa Fé. Porta ancora la sua firma il raddoppio millonario, come del resto l’azione del 3-0 di Rollheiser, con una giocata che lascia tutti esterefatti per la genialità e la facilità di esecuzione. Alvarez è dappertutto, letale in area come un serpente a sonagli ed anche prodigatore di assist. Suo il cioccolatino offerto a Carrascal per il definitivo 4-0. Il colombiano non deve far altro che insaccare da due passi e ringraziare il compagno.

Nei minuti finali c’è spazio anche per Leo Ponzio, per l’ultima in assoluto con la maglia River. Il capitano si toglie la soddisfazione di salutare i tifosi alzando l’ultima coppa e lasciando dietro di sè il vuoto. Con questo titolo el León diventerà il calciatore più titolato (17) in tutta la storia gloriosa della Banda.

E’ in definitiva un 4-0 senza appello, che non lascia scampo al sabalero nonostante i primi 40 minuti dignitosi contro il più quotato avversario. Il River si consacra Super campeón del 2021 confermando l’anno spettacolare per il Muñeco, che conquista Supercopa, Primera e Trofeo de Campeones.

Semestre e stagione terminati. Ora in casa River sarà tempo di saluti con il ‘rompete le righe’ e le meritate vacanze. Poi, con quelli che rimarranno, si inizierà a pianificare con calma il 2022. Primo obiettivo su tutti? Ritornare ad essere protagonisti nell’Obsesión della Copa Libertadores. Napoleón Gallardo va ‘por más’.


calcioargentino.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.