0 3 minuti 1 anno

Serata magica per il tifo al Monumental. Una vera liberazione, sognata a lungo dai tifosi della Banda.

Se già c’era grande entusiasmo per il ritorno dei tifosi negli spalti, con la vittoria contro il Boca si è sfiorato l’autentico delirio per i tifosi del Millonario. La congiunzione astrale aveva già definito nello stesso giorno due feste da ricordare nelle cronache storiche del Monumental. Regreso del publico y Superclasico nello stesso giorno. Locura Total.

583 giorni sono un eternità per chi non riesce a tornare a casa. Nella cattedrale del fútbol poi, ogni angolo trasuda fútbol, scatenando nuove e continue emozioni per chi ha il cuore aperto alla bellezza. Le populares, testimoni dirette di tempi gloriosi, ti accolgono con estrema umiltà, per prepararti senza troppi sfarzi alla partita dell’anno.

14:30 e si aprono i cancelli. Una folla in attesa esulta finalmente dopo sette lunghi mesi di tifo casalingo. C’è chi si fa il segno di croce, chi si commuove, chi bacia il figlio portato per la prima volta allo stadio. È il ritorno alla libertà per i 36.000 fortunati possessori di tagliandi. O per lo meno, si pensa sia così, dato che l’impianto si riempie ora dopo ora. “36.000? Ce ne saranno almeno 60.000” dicono i giornalisti partidari del Boca, scuotendo la testa e alzando gli occhi al cielo, in segno di sopportazione.

Esce il River e subito parte ‘River mi buen amigo’ che contagia tutto lo stadio. Poi i boati ai gol di Alvarez sono urla liberatorie di tifosi, che possono finalmente esteriorizzare le difficoltà della pandemia dal più profondo del cuore. Per liberare quell’anima rimasta da troppo tempo imbavagliata.

L’adrenalina dura ‘solo’ 45 minuti in cui succede di tutto. Ammonizioni, espulsioni, accenni di risse e due gol, quelli nella porta giusta. Il River riabbraccia i tifosi in una giornata semplicemente perfetta. Questa è la vera magia che verrà raccontata agli amici meno fortunati nel ritorno a casa.

E pazienza se si sarà aspettato tanto, troppo, e se qualcuno che c’era, ora la guarda dall’immensità del cielo. Una serata così, solo nei sogni più profondi degli hinchas millonarios.

È ormai pace fatta.

Re bienvenido Fútbol Argentino!


calcioargentino.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Libertadores