0 2 minuti 1 anno

Arriva un importante contributo per il processo di immunizzazione del mondo del futbol latinoamericano. 50.000 calciatori e addetti ai lavori saranno vaccinati grazie alla Conmebol.

La notizia era nell’aria già da qualche settimana, cioè da quando il presidente CONMEBOL Alejandro Dominguez attraverso un tweet informava il Sudamerica dell’arrivo di 50.000 vaccini appositamente destinati per il futbol sudamericano grazie alla donazione della Sinovac Biotech Ltd.

Ora c’è l’ufficialità: il prezioso prezioso sbarcherà in Uruguay mercoledì 28 aprile dove sarà stoccato e preso in carico dalla federazione stessa. Da quel momento inizierà il processo di distribuzione nei diversi paesi nel rigoroso rispetto delle normative governative e sanitarie in vigore. La volontà sarà quella di vaccinare, si legge dalla nota, le squadre nazionali partecipanti alla Copa America (tutte le Selecciones), i clubs partecipanti alle competizioni continentali (Libertadores e Sudamericana), gli atleti maschili e femminili della massima categoria del torneo di ogni Paese, gli staff tecnici e il personale coinvolto nella gestione delle partite, nonchè gli arbitri e personale logistico vario.

Le somministrazioni verranno regolate attraverso un protocollo sanitario con procedure specifiche che saranno decise oggi dal Consiglio CONMEBOL. Informa la stessa nota che il vaccino non sarà in alcun modo obbligatorio e che gli eventuali giocatori che non vorranno sottoporsi alla vaccinazione, non incorreranno in penalizzazioni o esclusioni dalle competizioni.

Infine Sinovac Biotech fa sapere che i vaccini in questione fin da principio sono stati prodotti appositamente per questo tipo di scopo. Ciò significa che non si tratta in alcun modo di un lotto destinato ad altro utilizzo.

Tornei come Copa America, eliminatorie, Copas e campionati nazionali saranno così dunque garantiti, per un ritorno alla normalità che finalmente si preannuncia reale.


calcioargentino.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.