0 4 minuti 2 anni

E’ una frase sentita e risentita nel corso di questa Superliga. Ebbene al termine della stagione abbiamo analizzato chi ha beneficiato di più del tiro dagli undici metri. (anche se dal titolo si capisce già com’è andata).

Nulla di nuovo sotto il sole direte voi, in effetti può essere così, con i tifosi della Banda che giustificano tali decisioni arbitrali con moviole e replay, mentre gli avversari enfatizzano l’eccessivo servilismo della classe arbitrale Afa e Conmebol.

Ma non è quello che ci interessa. La nostra domanda è: davvero c’è stato un beneficio o si è trattato beffardamente di una condanna?

Nell’ultima Primera il Millonario ha avuto 9 rigori a favore, il Lanus 6, il Newells 5, Banfield, l’Independiente e Central Cordoba 4. Per il Racing e Boca sono stati 3. Il Primato va al River, addirittura beneficiando del ‘doppio rigore’ in 2 occasioni nella stessa partita. Manica larga degli arbitri o massiva presenza offensiva in area di rigore degli uomini del Muñeco?

Quello che appare evidente e incontestabile è che probabilmente a Nunez quest’anno non hanno sfruttato al meglio questa benedizione visti i risultati ottenuti. Al contrario si è dimostrata zavorra per aver i numerosi punti seminati per strada.

Guardare per credere:

Su 9 rigori assegnati in Superliga ben 5 sbagliati (55%) e con interpreti diversi: 3 li ha errati Nacho Fernandez, 3 Santos Borré, 2 Quintero e 1 De La Cruz. Da ciò ne deduciamo che il River non ha un rigorista fisso e ogni qualvolta l’arbitro fischia un rigore, non sarà mai chiaro il giocatore che lo tirerà.

Ma c’è di più! Ampliando il discorso vedremo che includendo le 2 partite di Libertadores 2020 (LDU Quito e Binacional) si arriva addirittura a 7 errori negli ultimi 11 rigori assegnati (37% di realizzazione!) Numeri davvero impressionanti. E se apriamo ancor di più la forbice scopriamo che negli ultimi 22 rigori assegnati ne sono stati segnati solo 10. Non è più un caso, è un problema a dir poco conclamato.

È facile dedurne che in alcune di queste partite, la realizzazione di tali rigori avrebbbe dato ulteriori punti in classifica al River Plate. Come ad esempio nella partita contro il Velez (1 rigore sbagliato nella sconfitta 1-2), o contro il San Lorenzo (2 rigori sbagliati nella sconfitta 0-1): se si fossero segnati avrebbero dato 4 punti in più in classifica, sufficienti per la laurea di campeón de Argentina.

La domanda è: possibile che un tecnico della caratura tattica di Gallardo non abbia posto attenzione a questo delicato fondamentale? C’è un allenamento specifico per i tiri dal dischetto? E perchè non c’è una gerarchia ben definita?

In definitiva, è sempre ambiguo parlare col ‘senno di poi’ ma il River ha un serio problema con i rigori. Appare lama a doppio taglio se incapaci di capitalizzare questa manna dal cielo. Le colpe per il drammatico finale di Superliga probabilmente saranno da ricercare da altre parti, ma senza dubbio il título è stato perso anche per questi numeri.

La battaglia persa contro il Boca passa anche di qui.


calcioargentino.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.