1 4 minuti 3 anni

Alzi la mano a chi pensava che il Defensa Y Justicia a 7 giornate dal termine del campionato fosse primo in lotta per la vittoria finale!

Perché tu sì?

No no neanch’io lo pensavo, nessuno mai poteva prevederlo, per questo è chiamato Milagro, miracolo!

Ma dai! Com’è potuto accadere?

Cerchiamo qualche risposta: Beccacece

Becca?

Sebastián Beccacece, l’allenatore! Arriva come assistente-secondo di Sampaoli con l’Argentina in Russia ..sappiamo poi com’è andata a finire, per questo forse non era molto considerato e nessuno gli avrebbe dato due pesos. Il Defensa fu l’unico a credere in lui e la lunga gavetta in Cile sempre a fianco del Sampa ha cominciato finalmente a dare i suoi frutti. Grande carisma, giovane (39 anni) cerca sempre di migliorarsi e migliorare la squadra; Sanguigno, dice le cose in faccia; umile, cerca di non enfatizzare tutto quello che di buono ha fatto. Va sempre por más, non si accontenta mai.

Si ma Boca e River?

Ecco un altro elemento: gli Xeneize e il Millo si sono autoeliminati per dare più importanza alla Libertadores, entrambi poi sono arrivati in finale.

E il Racing?

Il Racing è l’unica delle grandi che è sempre stata regolare, ha fatto l’andatura e dalla seconda giornata è in testa alla classifica. È stata con un vantaggio massimo di + 6 dalla rivelazione di alcuni mesi fa, l’Atletico Tucuman del Pulguita Rodríguez (poi venduto come fosse l’ultimo arrivato..) Il Defensa piano piano si è avvicinato ai piani alti, poi con i recuperi vinti ha spiccato letteralmente il volo. Ora è sotto l’occhio di tutti, con una pressione mediatica ad altissimi livelli. Mai la città di Varela (100.000 anime) è stata così vicino ad un sogno chiamato scudetto (e qualificazione Libertadores, non lo dimentichiamo), ma la vita di provincia sembra non aver scalfito il gruppo compatto degli Halcónes. Anche a gennaio, col mercato aperto, molte sono state le richieste, anche economicamente importanti per i giocatori della squadra, ma tutti insieme hanno voluto continuare così fino alla fine del campionato.

Ma che schema usa sto Beccalossi?

Beccacece capra!!

Di base 4-3-3 ma di fatto è molto variabile a partita in corso. Una cosa fondamentale: tutti i giocatori corrono! E come dannati! Con una qualità individuale da far invidia anche alle altre più blasonate squadre. Altra caratteristica è il continuo cambiamento di posizioni. Capita che il centrale difensivo vada a fare l’attaccante e che i terzini si alzino così tanto da creare 5 uomini in avanti. E poi c’è la sfacciataggine di chi vuole divertirsi e non ha nulla da perdere.

Altra cosa fondamentale: NON MOLLANO MAI! Hanno segnato 6 gol al 90′ od oltre; 5 volte gol decisivi; 13 punti guadagnati; 4 volte fuori casa e 2 in casa.. Praticamente gli avversari al 90′ si fanno il segno della croce!

Pronostico?

A sette dalla fine è difficile da farlo, certo, il Defensa assomiglia alla favola Leicester di Ranieri ma il Racing obiettivamente rimane la favorita per la qualità della panchina ed anche forse per il calendario: 4 match in casa rispetto ai 3 del Defensa, anche se, gli Halcon si trovano meglio fuori casa quando possono sfoderare il loro contropiede..

Quindi alla fine?

Eh hai detto bene.. alla fine c’è nientepopodimeno che Racing-Defensa.. il giorno del giudizio. Neanche Osvaldo Soriano poteva scrivere forse una favola così bella.

Un commento su “La favola Defensa Y Justicia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Libertadores