0 2 minuti 10 mesi

Doveva essere l’inizio di un ciclo vincente per la ‘Gagoneta’ dopo la Primera División sfiorata la stagione scorsa e i titoli conquistati a cavallo dell’anno appena passato (Trofeo de Campeones e Supercopa Internacional) ma questo primo semestre 2023 si sta trasformando in un vero e proprio incubo per il Racing Club de Avellaneda.

La nuova pesante sconfitta contro il Talleres, l’ennesima nelle ultime settimane, fa precipitare di colpo la situazione al Cilindro dopo anche il pari che qualche giorno fa aveva illuso in Copa Libertadores contro il Flamengo. Tornano i fischi dei tifosi presenti per una prestazione a dir poco aberrante contro la T di Cordoba, nella quinta sconfitta nelle ultime sei partite di campionato, e ora il futuro di Fernando Gago si complica pericolosamente. Dopo un’ora e mezza di faccia a faccia con i giocatori, ‘el Pintita’ annuncia in conferenza la sua volontà di proseguire nonostante le pesanti contestazioni nei suoi confronti.

“Ho fiducia nell’uscire da questo brutto momento” dichiara Fernando Gago, “Altrimenti farei un’altro mestiere. Vogliamo giocare come abbiamo dimostrato in Copa Libertadores. E cerchiamo opzioni per migliorare. Il mio futuro? Capisco perfettamente la mia situazione. Fa parte del ruolo, ma sono calmo e sento di aver la forza di andare avanti. Dobbiamo continuare a lavorare per tornare a vincere”.

Rinforzato da un mercato significativo in seguito agli addii di Enzo Copetti e Carlos Alcaraz ma falcidiato negli ultimi tempi da innumerevoli infortuni, il Racing quest’anno non è mai riuscito a dimostrare un equilibrio tattico, tale per competere ad alti livelli. Peggior difesa delle ventotto del campionato, dopo quindici partite si ritrova quindicesimo in classifica con diciotto punti conquistati. Un’inaspettata delusione per i tifosi dell’Acadé.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Libertadores