0 3 minuti 2 anni

Diego Armando Maradona sarà il Dt del Gimnasia fino al 2021.

Dopo pochi giorni dal primo incontro, di fatto negativo, tra la dirigenza del Ginmasia e l’avvocato di Maradona, Matias Morla, è arrivata la tanto attesa fumata bianca. Diego ha rinnovato il contratto da allenatore del Lobo.

E l’ha fatto in pompa magna irrompendo o dando maggior risalto al compleanno n° 133 del Club de Gimnasia y Esgrima La Plata, di fatto facendo gioire due volte i tifosi triperos in un giorno memorabile.

La svolta delle trattative è arrivata dopo la notte di ieri (3 giugno), dopo l’incontro del pomeriggio che aveva distanziato le parti. Maradona ha dato indicazioni al suo avvocato di riallacciare i rapporti con il presidente Pellegrino per arrivare ad una conclusione positiva della trattativa.

E’ bastata una videoconferenza tra Diego, il suo avvocato Matías Morla, il suo agente Bragranik e il presidente Gabriel Pellegrino per concludere la questione rinnovo. El Diez ha ascoltato il cuore, rinunciando di fatto a bonus e condizioni più vantaggiosi, a detta dei suoi rappresentanti. E in effetti non poteva essere altrimenti. Il popolo triperos fin dall’inizio l’ha accolto come un dio suscitando in Diego ricordi calorosi come quelli di Napoli. Diego da parte sua ha ricambiato più volte l’affetto de La Plata, sponda Bosque, aiutando anche materialmente i bisogni alimentari di una popolazione in difficoltà durante il periodo di quarantena.

Nel pomeriggio di mercoledi ecco l’ufficializzazione. Prima Bragarnik preparava il terreno in un’intervista a Tyc Sports dove raccontava la totale disponibilità del suo assistito a continuare nel Lobo, poi Maradona attraverso IG augurava buon compleanno al club, con quel ‘vamos por mas‘ alquanto sospetto. Infine il profilo ufficiale del Gimnasia annunciava la bella notizia.

Maradona rimane fino a dicembre 2021, è questa la buona nuova.


Diego è uno scarso allenatore, sopravvalutato e allena grazie al suo nome? Può anche darsi, ma agli argentini e in particolare ai triperos non importa. L’importante è che Maradona gli sia vicino e dalla loro parte.


calcioargentino.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Libertadores