0 2 minuti 2 settimane

E’ tutto pronto a Nuñez per l’inizio di una nuova stagione, la prima senza el Muñeco Gallardo in panchina. Mercato, nuovo allenatore e rinnovate speranze: ecco come si presenta el Millonario alla vigilia di una nuova Primera División.

A pochi giorni dall’inizio del campionato 2023 facciamo il punto in casa River Plate.
Il mercato è stato chirurgico, nel senso che senza grandi colpi si è intervenuto dove necessario, soprattutto a centrocampo, dove non era stato adeguatamente sostituito Enzo Fernandez. Sono tornati alla base lo sfortunato difensore centrale Kranevitter -subito fuori per una bruttissima frattura-, oltre che il suddetto Nacho Fernandez.

E’ arrivato anche Enzo Diaz, terzino sinistro di rendimento per sostituire Milton Casco, in fase nettamente calante. Il ritiro americano poi, ha dato buone indicazioni soprattutto sul giovane Franco Alfonso, trequartista classe 2002 della squadra Reserva, che è piaciuto particolarmente a Demichelis.

Cosa aspettarsi quindi? Senza grandi allarmismi e trionfalismi, una squadra che è ancora un cantiere, con un percorso da percorrere per arrivare a essere una formazione consolidata. Fare pronostici è fuori luogo, sicuramente c’è molta curiosità su un allenatore giovane di impostazione europea (ricordiamo che arriva dalla seconda squadra del Bayern Monaco, non una scuola qualunque) in un contesto sudamericano così importante, con idee di calcio offensivo e moderno basato sulla tecnica e sulla velocità.

Se il tecnico Demichelis trova la chiave, sicuramente assisteremo ad una squadra spettacolare. Teniamo conto che non si potrà pretendere risultati subito, trattandosi di un progetto a lungo termine, con un allenatore che sa lavorare bene con i giovani date le sue esperienze in una realtà giovanile di alto livello.
Tra i giocatori da tenere particolarmente d’occhio c’è Lucas Beltran, attaccante classe 2001, pronto ad esplodere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Libertadores