0 2 minuti 2 mesi

Poche ore a disposizione per assimilare le emozioni intense del quarto di finale contro l’Olanda che si è già proiettati verso la semifinale contro la Croazia di Modric.

I centoventi minuti di battaglia intensa (come tra l’altro la compagine croata) hanno lasciato conseguenze che segneranno, nelle prossime ore, la formazione che scenderà domani titolare al Lusail Stadium. Indisponibili per squalifica Marcos Acuña e Gonzalo Montiel, tutto l’impianto tattico di Scaloni ruota sul recupero del Fideo Di Maria, indisponibile contro Australia, ma entrato negli ultimi dieci minuti contro gli orange. Per l’attaccante della Juve sarà fondamentale l’ultimo allenamento di oggi per avere un quadro più completo della situazione. In discussione, come per altro nell’ultima settimana, anche l’utilizzo dal primo minuto di Rodrigo De Paul, anche se il centrocampista Atleti sembra perfettamente recuperato.

Dal punto di vista tattico Scaloni ha provato tre moduli in vista Croazia: 4-3-3, attacco con Di Maria/Alvarez/Messi; 4-4-2, centrocampo con De Paul, Fernández/Paredes/MacAllister e 5-3-2, con l’aggiunta di Lisandro Martinez nella difesa a 3.

Alle 13:30 italiane parleranno il Dt Lio Scaloni e Nico Tagliafico nella consueta conferenza pre-partita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Libertadores