0 4 minuti 2 mesi

Molto si 猫 parlato di Rosario come ‘capitale’ del futbol argentino e della ‘pasi贸n encoparable’ per la Selecci贸n Argentina. Parliamo anche dei rosarini che hanno fatto la storia della Albiceleste.

Messi e Di Maria, Lionel e Angel, due rosarini famosi ma due rosarini qualunque e soprattutto tifosi uno di una squadra, l鈥檃ltro della rivale di una vita. Se non fossero stati toccati dal dio del calcio sarebbero un qualsivoglia Lio, un enano leproso de zona sur, e un Angelito qualunque, un flaco canalla de zona norte. Cosa succede se si abbracciano dopo aver dato una gioia non solo alla loro citt脿 ma a tutta l鈥Argentina e a chi fa il tifo per l鈥Albiceleste? Potenzialmente un mix imbattibile, generano una forza e un鈥檜nit脿, cittadina e nazionale, che sono difficili da arginare.

Negli ultimi anni la narrativa sul futbol rosarino 猫 molto florida. Su come si vive il calcio nella citt脿 che ha dato i natali alla bandiera argentina abbiamo letto, visto e ascoltato di tutto. Grazie a blog, articoli, podcast, ‘telecronache colorite’ e approfondimenti di vario genere sul web 猫 facile ritrovarsi con l鈥檌mmaginazione a Rosario, sulle rive del fiume Paran脿, in una citt脿 tanto difficile quanto affascinante. Sulla rivalit脿 tra Rosario Central e Newell鈥檚 Old Boys c鈥櫭 ormai ben poco da aggiungere, 猫 stato scritto molto e in tutte le salse. In questo frangente ci limitiamo solo a ricordare alcuni dei gol pi霉 pesanti e 鈥渕as gritatos鈥 della Seleccion negli ultimi due decenni.

Gol rosarini, che siano di matrice auriazul o rojinegra per una volta non importa. Maxi Rodriguez, negli ottavi di finale a Germania 2006, fece saltare tutto il mondo in piedi siglando ai supplementari contro il Messico uno dei gol pi霉 belli della storia dei mondiali, decisivo tra l鈥檃ltro per il risultato finale. Ancora la Fiera con il suo rigore all鈥Olanda sancisce l鈥檌ngresso albiceleste nella finale mondiale brasiliana nel 2014 dopo che altri due rosarini, Leo e Garay, avevano anch鈥檈ssi fatto il loro dovere dal dischetto. Nella stessa competizione iridata in terra carioca come non ricordare il gran gol al 91鈥, decisivo, di Messi all鈥Iran nella seconda sfida dei gironi? Un gol simile, per quello che rappresent貌, alla prodezza messa a segno l鈥檃ltra sera contro il Messico in Qatar (su passaggio del Fideo). Di Maria e il suo gol pesantissimo nell鈥檕ttavo di finale con la Svizzera allo scadere dei tempi supplementari sempre nel 2014 (assist di Messi).

Ancora el Fideo con il gol pi霉 importante della sua carriera al Maracan脿 lo scorso anno, gol che vale una Coppa America e che fa alzare al cielo al concittadino leproso un trofeo argentino dopo 28 anni dall鈥檜ltima volta. Ancora Messi, sempre Messi, con la sua tripletta da urlo (e da urla, da Jujuy a Ushuaia) in Ecuador nell鈥檕ttobre 2017 che diede alla Seleccion l鈥檃ccesso diretto ai mondiali dell鈥檃nno seguente, dopo che la qualificazione era stata fortemente a rischio. Ultima ma non ultima in questa carrellata di gol 鈥comegatos鈥 la punizione meravigliosa della Pulga che finisce sotto l鈥檌ncrocio della porta statunitense nella semifinale della Coppa America Centenario del 2016.

L鈥Argentina ha bisogno dei gol dei rosarini, perch茅 hanno un qualcosa di speciale a livello di emozioni generate e peso specifico. E la storia recente lo dimostra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sar脿 pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Libertadores