0 3 minuti 2 mesi

Nella notte argentina si assiste a una nuova pagina nera della Primera División. Prima dell’attesa Gimnasia-Boca si registrano incidenti tra tifosi e polizia. Muore un 57ene per infarto. Gara sospesa.

Doveva essere la festa del fútbol incentrata nel nome di Diego Maradona, invece GimnasiaBoca Juniors si è trasformata in una serata drammatica da dimenticare. Il calcio argentino piange la morte di César Gustavo Regueiro, 57enne tifoso tripero, deceduto per infarto in seguito alla violenta repressione del ‘operativo policia’ nei confronti di tifosi all’esterno dello stadio. Fuggi fuggi generale e guerriglia urbana hanno caratterizzato la partita clou della ventitreesima giornata, gettando nel panico migliaia di famiglie, arrivate allo Zerillo per godersi lo spettacolo.

Proiettili di gomma e lacrimogeni poi hanno fatto il resto. Se fuori lo stadio si combatteva la violenta battaglia tra polizia e tifosi, nel terreno di gioco si cercava di respirare tra l’aria ormai satura dei gas. Dopo nove minuti di gioco, l’arbitro Mastrangelo decretava la sospensione definitiva della gara.

CAUSE. Sarebbero due i fattori scatenanti a cui la Fiscalía indaga. Le ricostruzioni parlano di biglietti emessi nonostante la capienza già raggiunta, associata al tentativo delle forze di polizia di disperdere la folla. Per rendere l’idea delle violenze gratuite da parte delle forze dell’ordine c’è da segnalare l’assurdo ferimento di un cameraman della televisione TyC Sports raggiunto da tre proiettili di gomma in zona addominale mentre svolgeva regolare servizio. Subito soccorso, è stato ricoverato nel vicino ospedale della città, assieme ad un centinaio di feriti e intossicati, giudicati non in gravi condizioni dai sanitari.

E la tragedia poteva aver connotati ancor più gravi, date le grandi difficoltà di far evacuare i tifosi dentro l’impianto verso il campo di gioco. Sistema di evacuazione inesistente o completamente fallato, con testimonianze dei presenti che raccontano di cancelli chiuse e chiavi introvabili mentre si generava il panico collettivo. E’ stato necessario aprire varchi ‘manualmente’ per non far accalcare le migliaia di tifosi già presenti nelle tribune.

Si aprono varchi nella rete metallica per far evacuare i tifosi.

Una situazione che andrà chiarita nelle sedi oppurtune, ma che mina nuovamente la credibilità del fútbol argentino. Ferme posizioni dalle due società e dalla AFA, che condannano con durezza i tragici fatti. Per la cronaca, la Liga Profesional ha fatto sapere che Gimnasia-Boca verrà recuperata a data da destinarsi in campo neutro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Libertadores