0 2 minuti 1 mese

Che si trattasse di un gol fuori dal comune ce ne eravamo accorti subito, martedì notte, in occasione di Atlético Tucumán-Barracas. Ora arriva anche il ‘riconoscimento ufficiale’ da parte della FIFA che in un post twitter lo candida direttamente al Puskas Award, il prestigioso premio al miglior gol mondiale dell’anno. Stiamo parlando della rete straordinaria, realizzata da distanza siderale – e ormai diventata virale – da Mateo Coronel, 23 anni, attaccante in forza al Decano.

Il gol più bello della giornata e probabilmente dell’intero torneo nazionale si aggiudica anche lo speciale premio della realizzazione più lontana dalla porta dell’intera storia del futbol argentino, con la lunghezza record di 77 yard, 70,2 metri secondo il sistema metrico internazionale, superando così di 20 centimetri il precedente primato realizzato Miguel Garavano con la maglia del Ferro Carril nel 1940.

Grande effetto per la realizzazione non propriamente comune nel calcio moderno. In realtà, l’attaccante non è nuovo ad una giocata del genere, avendoci provato altre due volte – ed essendoci andato vicino – contro Unión e Aldosivi l’anno scorso con la maglia dell’Argentinos Juniors. Momento eccezionale dunque per Coronel e per la sua squadra, l’Atlético Tucumán, attualmente puntero unico e in fuga nella Primera Division argentina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Libertadores