0 3 minuti 4 mesi

Termina in parità il posticipo dell’ottava giornata della Primera División tra Vélez e River. All’Amalfitani va in scena la terza sfida tra le due squadre in meno di venti giorni dopo gli impegni Libertadores, ed è ancora spettacolo. Il Millo deve rimandare l’appuntamento con la vittoria come pure il Fortín, attardati colpevolmente in Liga Profesional.

PARTITA. Scappa via la Banda, che dopo soli sette minuti passa a condurre nel tabellino. È il ritrovato attaccante Lucas Beltrán che sfrutta l’assist al bacio dell’esterno Simón depositando in rete da pochi passi. Primo gol in assoluto per il classe 2001 di ritorno dal prestito dal Colón e pugno chiuso per el Muñeco Gallardo, che ritrova un nuovo potenziale goleador dopo il partente Julian Álvarez.

La partita inizia a decollare dato che i padroni di casa controbattono colpo su colpo. Walter Bou si prende la scena un quarto d’ora dopo, procurandosi un rigore su intervento in ritardo di Armani e trasformando successivamente in rete davanti alla curva fortinera.

Si nota però un River rigenerato a livello mentale dopo le ultime batoste continentali. La squadra di Gallardo continua la sua azione propositiva, riuscendo a riportarsi in vantaggio grazie alla collaborazione del sempre presente Beltrán, che spizzica per De la Cruz, che con un gran tiro al volo non lascia scampo ad Hoyos. Termina il primo tempo con il Millo in vantaggio 2-1.

Il Vélez migliora sensibilmente nella ripresa, riuscendo a trovare maggiori connessioni tra i reparti e convinzioni tra i giocatori, con il River, in difficoltà, che riesce a farsi pericoloso una sola volta. Si riassumono così le prodezze di Armani e il gol mangiato da Braian Romero, entrato per un esausto Beltrán. Nell’ultimissimo assalto arriva il tanto agognato -e meritato- gol del Fortin, che con una azione articolata e finalizzata da Osorio riesce a pareggiare per il 2 a 2 finale.

Vélez e River si devono accontentare così di un punto, ma la notizia della notte è che la squadra di Gallardo appare in netta ripresa dopo l’ultimo mese da incubo. Benissimo Beltrán già buon interprete dello spartito di punta centrale, bene anche Santi Simón, che nel primo tempo appare devastante in fascia destra.

Non ci sarà tempo per pensarci troppo dato che si tornerà subito in campo per il turno infrasettimanale. Giovedì notte sarà sfida al Monumental contro il Gimnasia dell’ex Pipo Gorosito e in quella occasione, saranno d’obbligo i tre punti per risalire la classifica. L’obiettivo della conquista della Primera non è ancora stato abbandonato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Libertadores