0 4 minuti 5 mesi

Vittorie nella notte per River e Boca che vanno di nuovo a braccetto, riuscendo ad espugnare le trasferte di Santa Fé e della vicina Floresta. Il River riprende fiato dopo un inizio campionato complicato mentre il Boca si conferma in crescita a livello di risultati e prestazioni.

Torna il sereno al River grazie alla prima vittoria un campionato che scaccia via i nuvoloni di crisi piombati a Nuñez dopo le prime tre giornate di campionato. A Santa Fé arriva anche la goleada che cancella l’imbarazzante ‘zero’ dalla casella dei gol realizzati. Gallardo ritrova la sua squadra nel momento più critico della stagione 2022 e torna a sorridere pensando anche ai prossimi impegni in Copa Libertadores.

PARTITA. Appare fin da subito determinato il River che a testa bassa cerca di sbloccare il prima possibile il risultato. Ci riuscirà solo dopo 16 minuti grazie al ritorno al gol di Braian Romero che sfrutta al meglio l’illuminante assist di Julian Alvarez. L’ex Defensa y Justicia deposita in rete freddando il portiere Mele in uscita disperata: è il vantaggio del Millo che torna al gol dopo 285 minuti di digiuno realizzativo. L’Unión subisce il colpo ma non rimane a guardare, rispondendo con Peralta Bauer che impegna seriamente Armani, nella sua prima vera parata della serata.

Riappare Julian Alvarez: doppietta e doppio assist.

Nei secondi 45 minuti si assiste ad un accenno di reazione da parte Tatengue ma è il River che prende in mano le operazioni e raddoppia grazie a Enzo Fernandez, che sfrutta nuovamente l’assist di Alvarez e supera il portiere con una prodezza delle sue. Lo stesso Julian, in serata di grazia, ritrova la lucidità necessaria per sbloccarsi personalmente e siglare lo 0-3 che di fatto chiude la partita.

Negli ultimi 15 minuti c’è il tempo di assistere al gol ‘della bandiera’ dei locali di Peralta Bauer, alla rete di Palavecino su assist di Barco (1-4) e al secondo gol di Alvarez (1-5), che consegna i primi tre punti al River. La squadra di Gallardo risponde presente e ritorna alla vittoria, sfoggiando finalmente una prestazione convincente per qualità e quantità, annientando a domicilio l’insidioso Unión Santa Fé. Per la cronaca, si registra il buon ritorno in campo di Juanfer Quintero dopo più di due mesi di stop per infortunio, già determinante per l’assist del definitivo 1 a 5 di Alvarez.

Continua il cammino vittorioso del Boca Juniors che supera l’ostacolo Barracas Central e conquista la terzo successo in quattro gare in Primera División, prendendosi provvisoriamente la vetta della classifica.

PARTITA. Nonostante la trasferta possa sembrare insidiosa non può far paura il Barracas Central che cerca il pressing e l’atteggiamento battagliero per contrastare i più blasonati avversari. Il Boca mostra fin da subito la propria jerarquia grazie all’atteggiamento di squadra, al livello tecnico collettivo e a Sebastian Villa (migliore in campo), che dapprima sblocca la partita con un golazo all’incrocio dei pali e poi assiste magistralmente il compagno Zeballos per la rete del definitivo 3-1.

Altra prestazione sublime di Villa: gole e assist.

In mezzo, c’è il pareggio momentaneo del Guapo con Bandiera, che sfrutta il mal posizionamento difensivo della retroguardia xeneize sugli sviluppi di un calcio d’angolo e rianima i propri tifosi. Basterà la ripresa sprint bostera per ridefinire gli equilibri e assistere al gol di Pol Fernandez, che darà vita alla conquista dei tre punti da parte della Boquita.

Riquelme e Battaglia al novantesimo possono nuovamente sorridere. Il Boca c’è e dimostra una buona continuità a livello mentale che fa ben sperare per il prossimo futuro. Libertadores compresa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Libertadores