0 2 minuti 2 mesi

Torna al River l’allarme COVID dopo circa un anno dal clamoroso focolaio che decimó un intera squadra.

Non è ancora terminata la convivenza COVID in Argentina dopo il recente innalzamento della curva dei contagi e le nuove positività all’interno del plantel River.

A un anno dall’emergenza più totale, dove, a causa del focolaio interno Enzo Perez si ritrovò con i guantoni a difendere la porta millonaria, c’è preoccupazione per le notizie che arrivano dal centro sportivo River Camp. Sono infatti tre i giocatori più due integranti dello staff tecnico i positivi scoperti dopo i consueti controlli pre gara di Copa Libertadores.

Tramite una nota ufficiale del club sono state confermate le positività nella vigilia di River Plate-Colo Colo, incontro valevole per la quarta giornata di Copa Libertadores. Determinanti i tamponi di controprova eseguiti oggi che ha dato le positività di Franco Armani, Javier Pinola e Tomás Pochettino, I giocatori rimarranno isolati dal resto della squadra fino a tampone negativo. Positivi anche i collaboratori dello staff tecnico Mariano Barnao e Matías Ghirlanda

Continua dunque il periodo nero del club dopo l’eliminazione inaspettata da parte del Tigre nei quarti di Copa de la Liga, che ha destabilizzato e non poco l’ambiente. La notizia del nuovo infortunio muscolare di JuanFer Quintero, -out per il resto del semestre- ha dato il nuovo colpo di grazia alle aspettative dei tifosi Millonarios.

Situazione certamente allarmante ma non troppo preoccupante nel quartier generale di Nuñez, data la già qualificazione agli ottavi di finale di Copa Libertadores. Contro i cileni bisognerà però non abbassare la guardia per difendere il primo posto in classifica del girone F.


calcioargentino.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.