0 2 minuti 4 settimane

Aliendro nei minuti di recupero e il River alza in maniera agonica la sua quarta Supercopa argentina della sua storia, battendo in rimonta l’Estudiantes de la Plata per 2-1.

Nel neutro del Kempes di Córdoba trionfa la Banda di Demichelis quando sembrava tutto apparecchiato per i tempi supplementari. Gara intensa ed emotiva come da vigilia, con l’Estudiantes che a sorpresa si portava in vantaggio con Javier Correa dopo soli 270 secondi dal fischio d’inizio, trafiggendo imparabilmente con un cabezazo il portiere Franco Armani.

Shock totale per i tifosi millonarios, che dovevano aspettare le numerose prodezze per portiere pincha Mansilla e 80 minuti di sofferenza prima del meritato – e fortunoso – pari di Pablo Solari che ridà ossigeno al popolo riverplatense.

1-1 e adesso il River ci crede. Assedio finale da parte del Millonario ma poi sarà Rodrigo Aliendro, che ci mette quattro minuti per timbrare il cartellino: il centrocampista ex Colón, appena entrato, pesca dal mazzo il jolly per un gol bellissimo all’incrocio dei pali che consegna di fatto la Copa alla bacheca del Monumental.

Il River, all’ultimo respiro, conquista così la sua 72ª stella della sua storia. Terzo successo personale in due anni per Martin Demichelis dopo la Primera 2023 e il Trofeo de Campeones 2023 che adesso può scansare le critiche delle ultime settimane. Felicitaciones River, nuevo supercampeón del fútbol argentino!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Libertadores