0 3 minuti 6 mesi

Delude ancora il River al secondo pareggio consecutivo in Primera Division. Nella notte contro il Decano non si sblocca l’attacco millonario: temina 0-0 al Monumental.

Dopo il pari ottenuto la settimana scorsa a Florencio Varela, il River steccca di nuovo e non va oltre lo 0-0 contro l’Atlético Tucumán al Monumental nella seconda giornata della Liga Profesional. La squadra di Gallardo delude le attese mancando nuovamente l’appuntamento con i tre punti, contro un avversario di qualità tecnicamente inferiore.

PARTITA. Il River appare totalmente in confusione, risultando poco lucido sottoporta e incapace di finalizzare al meglio le numerose azioni offensive della seconda metà della gara. Álvarez, di ritorno dalla Selección, è in serata no e spreca in maniera inusuale conclusioni che in altre occasioni avrebbe gonfiato la rete. Nonostante gli errori sottoporta, si avverte quella mancanza di intensità e quel gioco fluido conosciuto nella seconda metà dell’anno scorso, quando il River dominava la scena argentina grazie a prestazioni ai limiti della perfezione estetica calcistica.

Il primo segnale che indica che sarà serata di sofferenza è di Joachin Pereyra, che da centrocampo prova un pallonetto insidioso appena alto sulla traversa di Armani. Il River allora prende l’iniziativa con Julián Álvarez che raccoglie un grande assist di Enzo Fernandez ma spara su Lampe in uscita. E’ in pratica tutto qui il primo tempo millonario, con l’equipo del Muñeco incapace di generare azioni offensive di una certa pericolosità.

Nella ripresa, inizia il forcing dei padroni di casa che premono alla ricerca del vantaggio, ma nè le conclusioni di Paradela, Elias Gomez e dello stesso araña riusciranno a oltrepassare il poderoso portiere boliviano Lampe, tra l’altro, ex Boca, che abbassa la saracinesca della porta. C’è comunque smarrimento nella Banda: Barco è il fantasma di sè stesso, come Palavecino e Simón, incapaci di inventare e proporre futbol.

Ultimi giorni complicati per Alvarez prima del trasferimento al Man City

Termina così, con il secondo pareggio consecutivo senza gol che fa scattare l’allarme, considerando il reparto offensivo di Gallardo, considerato fiore all’occhiello del club, ma incapace di segnare un solo gol in 120 minuti. L’unico aspetto positivo è la difesa imbattuta dopo due giornate. Mammana e Gonzalo Pirez si prendono così la rivincita dopo le feroci critiche nella recente Copa de la Liga.

Prossimo impegno sarà la trasferta di Santa Fé contro il Colón. Impegno non facile per un River, che dovrà dimostrare carattere e un decisa inversione di tendenza rispetto alle partite finora disputate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Libertadores